Borsainside.com

Forex trading, i market mover 30 aprile – 4 maggio 2018

forex trading

Tutti i market mover di una settimana molto interessante, che ci accompagnerà nel mese di maggio.

Prende con oggi il via una nuova settimana piuttosto intensa sul fronte macroeconomico, arricchita dal meeting FOMC negli USA.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Ad ogni modo, partendo dalla zona euro, è intuibile come qui il focus sia sulla stima flash relativa alla crescita del PIL nel 1° trimestre di quest’anno. Sulla base dei dati più recenti, gli analisti si stanno aspettando un rallentamento nella media area euro a 0,4% su trimestre (2,5% su anno) da un precedente 0,6% su trimestre (2,7 su anno); se confermato, il dato lascerebbe la previsione per il 2018 al 2,2% da una precedente stima di 2,4%, e dunque ancora ampiamente al di sopra del potenziale.

Per quanto attiene il nostro Paese, la stima flash sulla crescita del PIL dovrebbe mostrare un’economia in rallentamento a 0,2% su trimestre (1,4% su anno) da un precedente 0,3% su trimestre (1,6% su anno). Le stime flash dovrebbero mostrare l’inflazione in aumento di un decimo all’1,4% nella media in area euro ma in calo a 0,7% da 1,1% in Italia. Per quanto concerne invece il dato di maggio, è possibile che il rincaro del greggio possa condurre l’inflazione area euro verso l’1,8%, ma in maniera temporanea.

Passando poi agli USA, qui la settimana – già di per sé densa di eventi e di dati – è arricchita dal meeting del FOMC, che dovrebbe concludersi con poche novità e con indicazioni su come il Comitato di politica monetaria della Fed intenda proseguire sul sentiero di graduali rialzi dei tassi.

Giungendo infine all’analisi previsionale dei dati, le indagini ISM potrebbero correggere modestamente, pur restando su livelli storicamente elevati. L’employment report, uno degli elementi più importanti della settimana, dovrebbe confermare una dinamica occupazionale solida, con il tasso di disoccupazione stabile a 4,1% e salari in rialzo di 0,3% su mese. Le vendite di auto dovrebbero essere stabili, mentre i dati di spesa e di reddito personale dovrebbero essere positivi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS