Mercati azionari: il punto della giornata sulle borse europee

La sessione statunitense di ieri ha spinto i principali benchmark di Wall Street più alti con Nasdaq (US100) come leader. Tuttavia, va sottolineato che dopo la chiusura del mercato, Facebook ha riportato utili deludenti e il suo prezzo è crollato nel trade post-sessione cancellando fino a $ 150 miliardi. Quando si parla di scambi asiatici abbiamo visto un paesaggio piuttosto negativo. Le azioni australiane e giapponesi hanno leggermente sottoperformato, poiché ASX / S & P 200 (AUS200) e Nikkei (JAP225) hanno chiuso rispettivamente dello 0,05% e dello 0,16%. Le azioni cinesi stanno affrontando vendite più consistenti in quanto l’Hang Seng (CHNComp) scambia lo 0,5% in meno. I principali benchmark azionari del Vecchio Continente sono saliti più in alto giovedì, forse a causa dell’affare commerciale raggiunto ieri da Trump e Juncker. Tuttavia, va notato che le azioni del Regno Unito e del Belgio sono rimaste indietro rispetto ai loro coetanei della regione.

I maggiori guadagni sono stati osservati nei mercati azionari svizzero e tedesco nei primi minuti di commercio. Le società di beni personali e le telecomunicazioni erano settori che si aprivano con il più grande divario al rialzo, mentre le quote di tecnologia e servizi pubblici rappresentavano le maggiori perdite in seguito al lancio del commercio europeo. Il duro confine con l’Irlanda è spesso sollevato durante la discussione sulla Brexit. Ricordiamo che l’isola d’Irlanda è divisa in due parti: Repubblica d’Irlanda (paese indipendente) e Irlanda del Nord (parte del Regno Unito).

I legislatori britannici si sono preoccupati di come fornire un Brexit che taglierebbe i legami con l’UE evitando il duro confine dell’isola. Le ultime indiscrezioni suggeriscono che nel caso in cui non venisse elaborato un accordo migliore, l’opzione dell’ultima risorsa sarebbe quella di lasciare l’Irlanda del Nord … ai sensi dei regolamenti del mercato dell’UE. Un tale sviluppo potrebbe rovinare il Primo maggio, dal momento che il suo partito dipende dal Partito unionista democratico dell’Irlanda del Nord per assicurarsi la maggioranza che consente di approvare la legislazione. Tuttavia, va notato che la stragrande maggioranza dei cittadini dell’Irlanda del Nord ha votato “Rimanere” a giugno 2016.

Prova il trading con una DEMO GRATUITA su XTB.IT >>

Principali indici azionari europei dopo la prima ora di negoziazione:

  • DAX (DE30): + 1,37%
  • FTSE 100 (UK100): 0% (scambia piatto)
  • CAC40 (FRA40): + 0,7%
  • IBEX (SPA35): + 0,42%
  • FTSE MIB (ITA40): + 0,75%

I tori hanno difeso il livello di supporto a 12600 pts ieri permettendo al DE30 di effettuare un test ripetuto del manico 12750 all’inizio della sessione di oggi. Fonte: xStation5

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo