Bayer: il destino del management è nelle mani dei tribunali USA?

bayer

Nuove cause contro Bayer: Baumann regge, ma il sostegno degli azionisti è evidentemente in calo.

CONDIVIDI

L’acquisizione di Monsanto non sembra convincere una parte non marginale degli azionisti di Bayer, ma il focus degli stakeholders è ora incentrato su quello che sta accadendo all’azienda tedesca negli ambiti giudiziari statunitensi.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Di fatti, come ben rammentava un approfondimento curato poche ore fa da Bloomberg, è proprio qui che il colosso tedesco del settore farmaceutico e chimico sta affrontando oltre 13 mila cause legali legate al fatto che il diserbante Roundup della Monsanto potrebbe causare malattie cancerogene. Una vicenda tutt’altro che sottovalutabile, che sta generando non poche ripercussioni nel board della compagnia.

Cala il sostegno al top manager

In una lunga assemblea tenutasi venerdì, l’amministratore delegato del gruppo, Baumann, ha ottenuto l’appoggio del 55 per cento degli azionisti in relazione all’operazione societaria condotta verso Monsanto.

Potrebbe trattarsi di una buona notizia ma, in realtà, così non è. Il media americano ricorda che molti altri CEO tedeschi hanno dovuto abbandonare il proprio ruolo dopo aver ottenuto un sostegno ancora maggiore. Sembra pertanto che il mantenimento di Baumann al timone della società sia piuttosto una volontà, da parte degli azionisti, di evitare un cambiamento al vertice del consiglio di amministrazione, poiché una variazione di “boss” potrebbe ritardare ulteriormente una risoluzione del contenzioso statunitense e qualsiasi revisione di strategia, con ciò che ne deriverà sul fronte dell’evoluzione societaria.

E dopo?

Una buona parte degli investitori desidera che Bayer prenda in considerazione una modifica del consiglio di amministrazione, e adotti un approccio più deciso nel trattare il contenzioso statunitense.

Insomma, sebbene gli azionisti abbiano confermato per il momento il timoniere al suo comando, il destino del top management potrebbe dipendere da quanto avverrà nei tribunali statunitensi, dove la Bayer ha già perso due cause sul Roundup, e dove tante altre azioni legali sembrano proliferare da diverse fonti.

Per il momento la posizione societaria è netta: Bayer nega che Roundup causa il cancro e l'azienda ha riposto le speranze di una vittoria in tribunale che darebbe a Baumann un po’ più di ossigeno, mentre l'azienda sta affinando una nuova strategia per poter rispondere in modo più coeso e coerente alle nuove ondate di controversie. Tuttavia, una condanna in tribunale nelle prossime cause in calendario potrebbe costringere l'azienda ad accelerare i colloqui su una soluzione globale, al fine di evitare ripercussioni finanziariamente più drammatiche: una soluzione che, secondo gli analisti, potrebbe superare i 5 miliardi di dollari.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro