Mercati finanziari previsioni estate 2019: più suspence di un thriller

Mercati finanziari previsioni estate 2019: più suspence di un thriller
© Shutterstock

Analisi di Carmignac sulle prospettive del mercato finanziario questa estate

CONDIVIDI

Solitamente durante l'estate si leggono dei thriller ma questa estate alla suspence potrebbe pensarci il mercato finanziario. E' questo il parere di Didier Saint-Georges, managing director e membro del comitato investimenti di Carmignac. 

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

L'analista, facendo riferimento alle previsioni sui mercati finanziari per l'estate 2019, ha affermato che la grande assente nei mei più caldi dell'anno è...la noia. 

Secondo l'esperto i mercati finanziari per decenni sono stati ritenuti poco interessanti soprattutto se rapportati all'economia reale. Con la fine del sistema dei cambi fissi e l'avvio di forti oscillazioni sul Dollaro americano, la prospettiva iniziò a cambiare radicalmente tanto che oggi i mercati finanziari hanno preso il sopravvento (e che sopravvento) sull'economia reale. Secondo Carmignac il rapporto tra i due ambiti si è praticamente invertito. 

Dinanzi a tale situazione, prosegue l'analista, a tutte le banche centrali non è rimasto altro da fare che rassegnarsi a cercare di contenere gli effetti dei mercati sull'economia reale con la consapevolezza che ogni bolla finanziaria, se non controllata, avrebbe potuto provocare il classico effetto domino.

Quando nel lontano 2008 ebbe luogo lo scoppio della bolla del credito, le banche centrali attuarono una compressione molto forte dei tassi varando una serie di interventi non convenzionali che non si erano mai visti. Grazie all'azione delle banche centrali, per tutto il decennio 2009-2019 hanno conosciuto una dinamica rialzista destinata ad entrare nella storia. Il rialzo dell'azionariato è avvenuto mentre i tassi di interesse continuavano a scendere.

Secondo Didier Saint-Georges oggi si è arrivati a questa situazione che vale come esempio di una tendenza ovunque diffusa: i mercati pagano lo stato francese pur di prestargli denaro a dieci anni! Come detto questo esempio è esemplificativo di una situazione che è così riassumibile: in tutto il mondo oggi ci sono 13.000 miliardi di dollari di obbligazioni che offrono rendimenti negativi.

E' in tale situazione che va inquadrato quello che è il dilemma estivo: ci sarà un nuovo quantitative easing BCE? 

Secondo l'analista Carmignac non è ancora possibile stabilire cosa farà la BCE come pure non è possibile stabilire cosa farà la FED dinanzi all'ipotesi di nuovo QE. Di conseguenza ci sono buone possibilità che questo mistero occupi tutta l'estate andando a determinare una forte suspence. 

Allo stato attuale dei fatti, conclude Didier Saint-Georges nel suo report, i mercati finanziari hanno una sola certezza. Dal forte posizionamento degli investitori su azioni growth e obbligazioni si deduce la presenza di una rassegnazione totale dinanzi ad un'economia che è sempre più fiacca. Allo stesso modo gli investitori sono anche rassegnati dinanzi a tassi destinati ad essere bassi in perpetuo e ad una inflazione che oramai è giudicata senza futuro. 

Tutte queste constatazioni non escludono la possibilità che in estate possano anche esserci delle sorprese proprio come in un thriller. In fin dei conti, conclude il managing director di Carmignac, non c'è nulla di più ingannevole di un fatto ovvio. 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro