Borsainside.com

Bank of England: ecco cosa è stato deciso sulla politica monetaria

boe

La Bank of England chiude un'attesa riunione di politica monetaria: ecco cosa è stato varato.

La Bank of England ha mantenuto i tassi di interesse allo 0,1%, come ampiamente atteso, ma si è dichiarata pronta a intraprendere ulteriori azioni qualora la crisi economica causata dalla pandemia del coronavirus dovesse continuare a peggiorare.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Il comitato di politica monetaria dell’istituto monetario ha dunque votato all'unanimità a favore del mantenimento dei tassi e, con una maggioranza di 7 a 2, ha anche votato per proseguire con il proprio programma di quantitative easing, per altri 200 miliardi di sterline, portando il valore complessivo del piano di acquisti obbligazionari a 645 miliardi di sterline. I membri contrari del comitato avevano invece votato in favore di un ulteriore incentivo di 100 miliardi di sterline.

Illustrando il proprio scenario evolutivo per le prospettive economiche, la Banca ha poi dichiarato di prevedere un calo del 14% del prodotto interno lordo (PIL) del Regno Unito nel 2020, trainato da una contrazione del 25% nel secondo trimestre. Tuttavia, dato il presunto allentamento delle misure di distanziamento sociale, la BOE si aspetta che il calo del PIL sia temporaneo e sia seguito da una rapida ripresa.

L’istituto auspica infatti che il PIL possa raggiungere i livelli pre-pandemia nella seconda metà del 2021 e crescere del 3% nel 2022. Ha però prontamente sottolineato che, come intuibile, queste proiezioni sono condizionate da misure di contenimento interne e globali del Covid-19. Per quanto attiene la disoccupazione, il tasso dovrebbe attestarsi all'8% nel 2020, al 7% nel 2021 e al 4% nel 2022.

Ricordiamo che dall'inizio della pandemia la Banca centrale ha tagliato due volte i tassi dallo 0,75% allo 0,1%, e ha varato 200 miliardi di sterline di QE, conducendo così il suo programma di acquisto di obbligazioni ad un totale di 645 miliardi di sterline.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS