Borsainside.com

Credit Suisse, avviata procedura per ipotesi di spionaggio

credit suisse

L'authority svizzera FINMA avvia nuove indagini esecutive su Credit Suisse.

L'autorità di vigilanza svizzera sui mercati finanziari FINMA ha annunciato di aver avviato una procedura esecutiva contro il Credit Suisse per le ipotesi di spionaggio emerse nel corso dell’ultimo anno. Stando al comunicato diramato dall’authority, verrà dunque avviata la procedura finalizzata a valutare se sono state violate le norme a cui l’istituto di credito avrebbe dovuto sottostare, e che dal 2019 hanno portato alle dimissioni di alcuni referenti illustri di Credit Suisse. I procedimenti – sottolinea FINMA – potrebbero comunque richiedere diversi mesi.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Rammentiamo come il CEO Tidjane Thiam si sia dimesso all'inizio di quest'anno proprio per le conseguenze dello scandalo iniziato nel 2019, e che le sue dimissioni sono avvenute nel quadro dell'indagine iniziale da parte della FINMA, che fece venire alla luce il fatto che due ex collaboratori del Credit Suisse, tra cui l'ex responsabile della gestione patrimoniale Iqbal Khan, erano finiti sotto sorveglianza.

Il CEO uscente ha sostenuto di non essere al corrente dell'operazione di spionaggio, che ha portato anche alle dimissioni del COO Pierre-Olivier Bouee e al suicidio di un investigatore privato. Secondo le indagini interne compiute dalla banca, l’allora COO avrebbe avviato lo spionaggio nei confronti di Khan, anche attraverso pedinamenti per le strade di Zurigo, per verificare i contatti con gli ex colleghi e convincerli a unirsi a lui e lavorare per la concorrenza UBS.

Dal canto suo, Credit Suisse ha affermato l’intenzione di cooperare per poter assicurare la definitiva conclusione di questo episodio, e per poter “incorporare” le esperienze acquisite. L’istituto elvetico ha poi reiterato alcuni comunicati precedenti, confermando che lo spionaggio nei confronti dei propri dipendenti non fa parte della propria cultura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS