Il governo tedesco ha approvato la nazionalizzazione della società di servizi Uniper nel tentativo di mantenere a galla il settore sulla scia della crisi energetica mondiale. Dopo aver già accettato a luglio di salvare il principale importatore di gas con un’operazione valutata 15 miliardi di euro, lo Stato acquisterà ora la quota del 56% della finlandese Fortum per 0,5 miliardi di euro, divenendo possessore del 98,5% di Uniper.

Da quando è stato concordato il pacchetto di stabilizzazione per Uniper a luglio, la situazione di Uniper è ulteriormente peggiorata in modo rapido e significativo; di conseguenza, sono state concordate nuove misure per risolvere la situazione“, ha annunciato Fortum in un comunicato di poche ore fa.

All’inizio del mese il gigante energetico statale russo Gazprom ha interrotto a tempo indeterminato i flussi di gas verso l’Europa attraverso il gasdotto Nord Stream 1, con una decisione che Uniper ha dichiarato che avrebbe aggravato le difficoltà dell’azienda.

Fortum deconsoliderà Uniper a partire dal terzo trimestre del 2022, mentre il prestito di 4 miliardi di euro concesso da Fortum a Uniper sarà rimborsato e la società finlandese sarà svincolata da una garanzia della casa madre di 4 miliardi di euro.

“Nelle attuali circostanze dei mercati energetici europei e riconoscendo la gravità della situazione di Uniper, la cessione di Uniper è il passo giusto da compiere, non solo per Uniper ma anche per Fortum“, ha dichiarato Markus Rauramo, CEO di Fortum. “Il ruolo del gas in Europa è cambiato radicalmente da quando la Russia ha attaccato l’Ucraina, così come le prospettive per un portafoglio ad alta intensità di gas. Di conseguenza, il business case per un gruppo integrato non è più sostenibile” – ha aggiunto.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.