Borsa Italiana oggi: azioni Leonardo e sell-off su piano industriale. Vendere prima di nuovo crollo?

Borsa Italiana oggi: azioni Leonardo e sell-off su piano industriale. Vendere prima di nuovo crollo?
© Shutterstock

La quotazione Leonardo segna oggi un ribasso di oltre il 7% dopo la presentazione del piano industriale

CONDIVIDI

Il piano industriale 2018-2022 presentato oggi da Leonardo non sembra incontrare il favore degli investitori. Il prezzo delle azioni Leonardo infatti registra un ribasso di quasi 8 percentuali. Con un calo del 7,8%, la quotazione Leonardo è precipitata a 10,4 euro. Dal punto di vista grafico la situazione che si è venuta a creare sul titolo ha i caratteri dell'emergenza. Il forte ribasso che Leonardo segna su Borsa Italiana oggi rischia di portare il valore delle azioni del gruppo guidato da Profumo ai livelli di dicembre. Le maggiori ripercussioni dell'andamento di oggi del titolo si potrebbero avere sulla performance a un mese della società. Fino ad oggi, infatti, le azioni Leonardo avevano segnato nell'ultimo mese un apprezzamento del 20% circa ma il crollo odierno rischia di ridurre drasticamente la portata di questa progressione. Su base annua, invece, il crollo di Leonardo su Borsa Italiana oggi ha implicato un allargamento del passivo fino al 10%. Dinanzi a questa situazione tanto i possessori di azioni Leonardo quanto gli investitori che invece sono soliti investire in azioni Leonardo attraverso il trading di CFD si chiedono se il crollo di oggi della società sia destinato o meno a proseguire anche domani. Per dare una risposta a questa domanda è necessario andare a guardare a quelli che sono i target del piano industriale oggi approvato dal consiglio di amministrazione di Leonardo.

Il piano strategico è finalizzato a riportare la società "ad una crescita sostenibile" nel medio termine. Per quello che riguarda gli obiettivi per il 2018 sono stimati ordini a 12,5–13 miliardi, ricavi per 11,5–12 miliardi ed un Ebitda che dovrebbe collocarsi nell'intervallo tra 1.075 e 1.125 milioni di euro. Secondo gli analisti i target del piano di Leonardo non sarebbero particolarmente entusiasmanti. "I target sul 2018, come pure quelli di breve periodo, non sono esaltanti" ha affermato un analista mentre sul Ftse Mib oggi il crollo di Leonardo sembra non arrestarsi. 

A deludere il mercato e quindi a spingere gli investitori a vendere in modo massiccio le azioni Leonardo non sono solo i target per i prossimi anni. Anche il fatto che il gruppo abbia confermato la deludente guidance 2017, già tagliata alla fine delle scorso anno, non è una buona notizia. La conferma del "reset annunciato lo scorso novembre" preoccupa molto il mercato che reagisce vendendo. Il sell-off che si è scatenato sulle azioni Leonardo non trova freno neppure con le parole dell'amministratore delegato della società Alessandro Profumo. Il manager nel corso della conference call di presentazione del piano industriale, ha affermato che l'impegno categorico della società è quello di manterere i "dividendi annuali che sono stati ripristinati recentemente". Il riferimento di Profumo è ovviamente alla decisione di un anno fa di tornare a distribuire la cedola dopo sei anni di silenzio. 

Le parole di Profumo, però, non sembrano bastare. Su Borsa Italiana oggi è buio per Leonardo e, francamente, non ci sono attualmente segnali che il sell off possa fermarsi e la quotazione Leonardo possa ripartire. Se dovesse emergere un appiglio, si potrebbe pensare di comprare azioni Leonardo al prezzo attuale e puntare poi su un guadagno.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro