Azioni MPS e ipotesi acquisto della CDP (smentito): quali effetti su Borsa Italiana?

Azioni MPS e ipotesi acquisto della CDP (smentito): quali effetti su Borsa Italiana?
© iStockPhoto

Le indiscrezioni sul possibile acquisto di MPS dalla Cassa Depositi e Prestiti sono state bollate come "fantasia"

CONDIVIDI

E' dovuto scendere in campo direttamente il Ministero dell'Economia e delle Finanza per mettere una pietra tombale sulle ultime indiscrezioni di stampa riguardandi Monte dei Paschi. Il MEF, infatti, ha diramato una nota di stampa con la quale si definiscono completamente fantasiose le ipotesi circolate in questi giorni sul possibile interesse della Cassa Depositi e Prestiti a comprare Banca Monte dei Paschi di Siena. Il rumors che dava come possibile l'apertura di un dossier di questo tipo è stato oggettivamente uno dei più azzardati tra i tanti che sono circolati nelle ultime settimane. Probabilmente le indiscezioni (seccamente smentite) su una possibile strada che porta alla CDP sono la dimostrazione dell'enorme incertezza sul futuro della banca toscana. Molti istituti chiamati in causa, nelle scorse settimane, come potenzialmente interessati a MPS hanno preso le distanze in modo perentorio da questo genere di possibilità alimentando le voci sull'oggettiva difficoltà per la banca toscana di trovare un partner. 

I rumors su un interesse della CDP per MPS, comunque, non sono la sola particolarità che è circolata in questi giorni sul futuro di Monte Paschi. Secondo quanto riportato da Milano Finanza, la banca toscana starebbe prendendo in considerazione la possibilità di quotare i propri NPL. Questa operazione, per la quale dovrà essere richiesta una garanzia pubblica (gacs) sulla tranche senior di NPL considerata meno esposta al rischio, dovrebbe concludersi entro il mese di giugno. Il quotidiano economico riconosce che la quotazione Non Performing Loans di MPS potrebbe essere l'unica mossa in grado di riportare l'interesse degli investitori per le azioni Monte dei Paschi. Un'operazione di questo tipo, però, completamente inedita per il mercato italiano, non sarebbe esente da rischi. Secondo Milano Finanza, ci potrebbero infatti essere difficoltà dal punto di vista della tempistica ma soprattutto possibili problematiche causate dalla possibilità di riscontrare asimmetrie informative tra i differenti livelli della cartolarizzazione.

Nonostante questi oggettivi rischi, la quotazione degli NPL è vista come una delle poche armi a disposizione del management di Monte dei Paschi per attrarre nuovi investitori e come uno dei pochi strumenti per aumentare la liquidità delle senior notes garantite.  Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Le azioni Monte dei Paschi hanno un disperato bisogno di trovare nuovi fattori di appeal. Dall'inizio dell'anno ad oggi il prezzo delle azioni MPS su Borsa Italiana ha segnato un calo di oltre il 31%. Graficamente balza subito all'cchio il passaggio della quotazione MPS dai 3,89 euro di gennaio ai 2,67 euro di oggi. Nella seduta di lunedì, in scia all'esito del viaggio di Morelli a Londra, la quotazione Monte dei Paschi ha provato a risalire ma il movimento rialzista è durato davvero poco essendo subito scattati i profitti. Gli investitori continuano a avere poca fiducia sulle azioni Monte dei Paschi.  

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption