Azioni Mediaset e dividendo 2018: assist di Berlusconi Jr per fare trading con strategia rialzista

Azioni Mediaset e dividendo 2018: assist di Berlusconi Jr per fare trading con strategia rialzista

Pier Silvio Berlusconi ha ipotizzato il ritorno del dividendo per le azioni Mediaset e l'ipotesi piace agli investitori

CONDIVIDI

Sei un trader che spesso sceglie di investire in azioni Mediaset anche attraverso gli stumenti derivati come i CFD? Ebbene le dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente del colosso televisivo Pier Silvio Berlusconi su dividendo atteso e non solo, non ti saranno certamente sfuggite. Berlusconi Jr nel corso della conferenza stampa di presentazione dei palinstesti delle reti Mediaset per la stagione televisiva 2018-2019 che si è tenuta a Montacarlo, ha affermato che il gruppo potrebbe tornare a staccare un dividendo. Il ritorno della cedola, una notizia importantissima sia per i detentori di azioni Mediaset che per i semplici trader, non avverrà in un non precisato esercizio futuro ma già il prossimo anno. In pratica Pier Silvio Berlusconi ha ufficialmente aperto la porta al possibile stacco di un dividendo Mediaset 2019 relativo all'esercizio 2018 (quello attualmente in corso). 

Il ritorno al dividendo Mediaset sarebbe plausibile in considerazione di quelli che potrebbero essere i conti 2018 della società. Poichè il colosso tv si attende un aumento della raccolta pubblicitaria, allora ecco che la possibilità di staccare il dividendo e dare una remunerazione agli azionisti non è più teorica ma diventa concreta. Secondo Berlusconi Jr non è possibile dire "si o no" anche perchè "è troppo presto" tuttavia c'è la possibilità di poter staccare il dividendo sull'esercizio in corso. L'apertura di Berlusconi Jr è stata valutata molto positivamente dagli analisti che si sono lasciati andare ad una serie di ipotesi su quello che sarebbe l'ammontare del possibile dividendo. La notizia ha avuto eco positiva anche su Borsa Italiana. Non appena le agenzie hanno iniziato a battere le parole di Pier Silvio Berlusconi, c'è stata una vera e propria corsa a comprare azioni Mediaset. Il rialzo ha permesso al titolo di limare il robusto ammontare delle perdite accumulato dall'inizio dell'anno. Come puoi dedurre da te osservando il grafico sull'andamento delle azioni Mediaset, il titolo da gennaio ad oggi ha subito un deprezzamento di circa il 18%. Secondo lo stesso Pier Silvio Berlusconi il crollo di Mediaset da inizio anno è stata causato non da problemi interni al gruppo ma da un sentimenti di settore troppo condizionato dagli studio sul possibile capolinea della televisione di tipo generalista di cui Mediaset è espressione. Berlusconi Jr nel corso del suo intervento ha smentito che la tv generalista sia in crisi. 

Il prezzo delle azioni Mediaset su Borsa Italiana oggi registra un rialzo del 2,38% in area 2,67 euro. Si tratta di un livello lontano dai 3,3 euro di maggio. 

Dividendo a parte, quale è la strategia trading di medio termine che potresti adottare sul titolo? Nel corso del suo intervento Pier Silvio Berlusconi non ha parlato dello scontro in atto con i francesi di Vivendi ma ha preferito invece soffermarsi sull'offerta per i diritti del calcio. "Stiamo dialogando con Sky e Perform con due ipotesi di accordi diversi. Nel caso di Perform si parlerebbe di un unico abbonamento, con tre partite a turno. Si saprà qualcosa entro la prossima settimana" ha affermato il manager.  Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Oltre ai diritti tv sul tavolo c'è poi la questione del partner. E' oramai chiaro che il futuro sia in una alleanza di respiro europeo e proprio questa questione, unica al quadro grafico, potrebbe permette alle azioni Mediaset di tornare a salire su Borsa Italiana. 

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro