Azioni MPS e semestrale: torna l'utile e scendono i crediti deteriorati, assist per comprare oggi?

Azioni MPS e semestrale: torna l'utile e scendono i crediti deteriorati, assist per comprare oggi?

Monte dei Paschi ha chiuso il primo semestre con un utile netto che si confronta con la perdita dello stesso periodo di un anno fa

CONDIVIDI

La semestrale sarà il driver in grado di influenzare l'andamento della quotazione Banca Monte dei Paschi in apertura di negoziazioni su Borsa Italiana oggi? Per rispondere a questa domanda è necessario andare a guardare a quelli che sono i contenuti dei risultati del primo semestre 2018 di MPS. La domanda che molti investitori si pongono prima dell'ultima di Ottava è quindi: come reagità il titolo Monte dei Paschi alla pubblicazione dei conti del primo semestre? Questo interrogativo corrisponde ad un più specifico: come è stata la semestrale di Monte dei Paschi?

La banca ha chiuso i primi sei mesi del 2018 con un utile netto pari a 288,5 milioni di euro, rispetto al rosso di 3,24 miliardi che venne contabilizzato nello stesso periodo dello scorso anno. Le minori rettifiche di valore nette per deterioramento di attività finanziarie sono state la ragione per cui MPS ha archiviato il primo semestre con un rialzo. Sempre alla fine del primo semestre 2018, il margine di interesse di Monte dei Paschi è sceso del 3,7% a 870 milioni di euro a causa della dinamica negativa degli attivi fruttiferi e in particolare degli impieghi commerciali (contrazione dei volumi medi e calo dei relativi rendimenti). Nel solo secondo trimestre 2018 il margine di interesse di MPS ha segnato un aumento del 6,4% a causa dell'incremento dei volumi e di aggiori proventi da titoli. Variazione negativa per i ricavi del Monte dei Paschi di Siena che sono scesi del 7,8% a quota 1,71 miliardi di euro.

Sotto il profilo patrimoniale, alla fine del mese di giugno il Common Equity Tier1 Ratio di Monte dei Paschi era sceso al 13% valore che si confronta con il 14,8% di inizio anno a causa dell'aumento dello spread BTP/BUND. Semopre alla data del 30 giugno, i crediti deteriorati lordi del Monte dei Paschi di Siena erano pari a circa 19,8 miliardi di euro, in flessione sia rispetto all'ammontare di fine dicembre 2017 (-23,1 miliardi di euro) che al 31 marzo 2018 (-22,8 miliardi di euro). Il calo è stato un effetto del deconsolidamento delle posizioni a sofferenza oggetto di cessione. Proprio in relazione ai crediti deteriorati, il management di MPS ha precisato che la riduzione degli NPL prosegue secondo le tempistiche previste nel Piano di Ristrutturazione di Monte dei Paschi. In particolare, la banca ha ricordato che è attualmente in corso la vendita fino a un massimo di 3,7 miliardi di euro di sofferenze leasing e small. Tale operazione dovrebbe essere chiusa entro la fine dell'anno.

Il prezzo delle azioni MPS riparte su Borsa Italiana oggi da 2,519 euro. Negli ultimi sei mesi, il valore delle aizoni Monte dei Paschi su Borsa Italiana ha perso il 32%. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro