Skin ADV

Perchè Leonardo è il peggior titolo sul Ftse Mib oggi?

Perchè Leonardo è il peggior titolo sul Ftse Mib oggi?
© Shutterstock

Forte deprezzamento in atto sulle azioni Leonardo: ecco cosa ha causato il crollo del titolo

Le azioni Leonardo sono le peggiori sul Ftse Mib oggi 18 ottobre. Dopo aver aperto la seduta con un evidente rosso, il titolo della Difesa ha allargato sempre di più il suo passivo arrivando a perdere oltre il 3 per cento. Mentre è in corso la redazione del post, la quotazione Leonardo segna un ribasso del 3,26 per cento a 10,24 euro.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

L'attuale prezzo è solo leggermente superiore ai minimo intraday che è stato raggiunto dalla società guidata da Profumo nel corso della mattinata a 12,22 euro. 

Il sell-off che si è abbattuto sulle azioni Leonardo ha origini ben precise. Non ci vuole infatti la sfera di cristallo per capire che il crollo del prezzo dell'ex Finmeccanica sia un efffetto del profit warning che è stato lanciato dal competitors Thales. Il gruppo francese della difesa ha infatti rivisto al ribasso la stima di crescita del fatturato per l’intero esercizio 2019. Il management di Thales ha fissato la stima all'1 per cento nettamente al di sotto del precedente range compreso tra il 3 e il 4 per cento. Il taglio delle previsioni che il vertice di Thales ha operato è quindi molto ampio. La società ha precisato che la revisione al ribasso delle stime è dovuta ad un taglio delle previsioni sui segmenti Aerospace and Defence & Security.

La corsa a vendere azioni Leonardo ha ovviamente determinato un netto peggioramento della performance del titolo su base mensile. Ad oggi 18 ottobre la prestazione di Leonardo evidenzia un calo del 9,54 per cento su base mensile. Il crollo di oggi, invece, non sembra avere particolari conseguenze sull'andamento su base annua. Rispetto ad un anno fa, infatti, il titolo evidenzia un calo di appena lo 0,34 per cento. 

Dal punto di vista grafico l'attuale fase ribassista rischia di portare il titolo Leonardo agli stessi livelli di metà agosto. Come si evince dall'analisi sull'andamento del titolo negli ultimi sei mesi, nel periodo compreso tra il 5 agosto e il 23 agosto, Leonardo è scesa fin sotto i 10 euro per poi ripartire. Nelle ultime sedute la spinta ribassista sul titolo è tornata ad essere molto alta anche se, almeno per ora, i livelli raggiunti la scorsa settimana quando il titolo è calato fino a 9,9 euro (prezzo di chiusura della seduta di mercoledì) sono lontani. 

Il profit warming lanciato dalla rivale Thales, però, potrebbe spingere ancora più in rosso il titolo che, già ora, è maglia nera sul Ftse Mib. 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro