Oscillazioni di prezzo continue e quindi interessanti possibilità di trading sulle azioni Stellantis nella prima di Ottava di Piazza Affari. Il titolo del colosso automotive ha prima aperto in negativo a causa della delusione per i dati sulle immatricolazioni auto in Italia nel mese di settembre 2021 ma poi si è portato sul verde grazie anche al cambio di direzione di tutto il Ftse Mib.

A metà pomeriggio, comunque, la performance del titolo del Lingotto è comunque migliore rispetto all’andamento del paniere di riferimento: +0,6 per cento VS +0,12 per cento. Le azioni Stellantis sono scambiate a 16,36 euro, il 4,4 per cento in meno rispetto a un mese fa. Come si può vedere dal grafico in basso, però, la prestazione del titolo su base annua è molto robusta. Oggi Stellantis vale il 96 per cento in più rispetto al prezzo di un anno fa. 

Al di là del recupero attuato nella giornata di oggi (un cambio di direzione che ha premiato il trader intraday che avevano attivato posizioni rialziste sul titolo fin dall’apertura degli scambi>>>qui la demo eToro per fare long trading su Stellantis), la situazione generale della quotata non è delle migliori. Lo scorso venerdì, infatti, il titolo si era già confermato debole a causa delle notizie riguardanti lo stabilimento di Melfi (il più importante dell’Italia).

Lo Uilm aveva comunicato che nel mese appena iniziato lo stabilimento lucano avrebbe funzionato per l’equivalente di appena 6 giorni di lavoro a causa della gravissima carenza di microchip. 

L’indicazione negativa arrivata alla fine della scorsa settimana è stata poi affiancata oggi dai deboli dati sulle immatricolazioni auto in Italia nel mese di settembre. Vedremo come è andata nel prossimo paragrafo. Prima di scendere nel dettaglio, però, ricordiamo che fattori come quelli citati offrono sempre una certa dose di visibilità al titolo permettendo di fare trading online sia al rialzo che al ribasso. Per investire sulle azioni Stellantis noi di Borsa Inside raccomandiamo l’utilizzo di un broker autorizzato e sicuro come è il caso di eToro. Apprezziamo sempre molto questo broker quando si parla di trading  azionario poichè non prevede il pagamento di commissioni e quindi è molto vantaggioso. In più con eToro la demo è gratuita e per iniziare a fare trading con soldi veri, è sufficiente un deposito minimo iniziale di soli 50 euro (trading accessibile a tutti). 

Con eToro puoi fare trading sulle azioni senza pagare commissioni>>>attiva da qui la demo gratis per iniziare 

Stellantis immatricolazioni settembre 2021 

Come abbiamo già accennato in precedenza non è stato un mese positivo per quello che riguarda le immatricolazioni auto in Italia. Non lo è stato per il mercato in generale e non lo è stato neppure per Stellantis. In particolare, il mercato nel suo complesso ha segnato immatricolazioni per complessive 105mila vetture, in ribasso del 32,7 per cento rispetto alle oltre 156 mila vendite dell’anno precedente.

In questo contesto Stellantis ha venduto oltre 33 mila auto, il 41,6 per cento in meno rispetto a un anno fa. La quota di mercato di Stellantis si è quindi attestata al 31,7 per cento. 

Come messo in evidenza dalla stessa società, a causare il crollo è stata la crisi nelle forniture di microchip (lo stesso motivo per cui lo stabilimento di Melfi funzionerà ad ottobre solo per l’equivalente di 6 giorni). Secondo alcuni analisti, la forte carenza di microchips è un effetto della pandemia poichè con l’inizio dell’emergenza i produttori, ritenendo che vi sarebbe stato un calo di domanda a causa del lockdown, hanno rallentato tantissimo la loro produzione. A lungo andare, però, è successo esattemente il contrario e oggi tutto il settore automotive (e non solo) sconta la carenza di chips. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.