Acconto dividendo Enel 2023: stacco e rendimento atteso

azioni Enel

Ci sono buone notizie per i possessori di azioni Enel ma anche per i traders che sono soliti investire sulle azioni da dividendo. Il consiglio di amministrazione di Enel ha infatti dato il via libera allo stacco dell’acconto sul dividendo Enel 2023, relativo ossia all’esercizio 2022 (chiuso il 31 dicembre).

In questo articolo focalizzeremo la nostra attenzione su una serie di aspetti tutti riguardanti la cedola e in particolare:

  • ammontare dell’acconto dividendo Enel 2023
  • data di stacco della cedola
  • raffronto con l’acconto riconosciuto da Enel sull’esercizio 2021 e staccato l’anno scorso
  • rendimento del dividendo Enel (dividend yield) alla luce di quelli che sono gli attuali prezzi del titolo

Prima di scendere nel dettaglio affrontando il primo punto tra quelli in elenco, ricordiamo ai nostri lettori che grazie al broker eToro (qui la recensione completa) si possono comprare azioni senza commissioni. Parallelamente c’è anche la possibilità di investire attraverso i CFD e in questo secondo caso è possibile usare la demo gratuita da 100 mila euro virtuali per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri.

–VAI SUL SITO UFFICIALE ETORO E APRI UN CONTO DI INVESTIMENTO>>

etoro

Acconto dividendo Enel 2023 ammontare a confronto con l’esercizio 2021

Iniziamo dall’informazione alla base di tutto: l’ammontare dell’acconto. Come già anticipato in precedenza, l’acconto sul dividendo Enel 2023 è pari a 0,2 euro. Il management ha precisato che si tratta di una consistenza perfettamente allineata con quella che è la politica dei dividendi del colosso dell’elettricità.

Anche nel 2022 Enel staccò una tranche di cedola a titoli di acconto. Avendo il dato precedente, quindi, siamo in grado di effettuare un raffronto. Ebbene l’acconto che Enel staccherà quest’anno è più alto rispetto a quello di un anno fa (relativo all’esercizio 2021). Più precisamente, tenendo conto che nel 2022 l’acconto fu pari a 0,19 euro per azione, l’incremento su base annua è quantificabile nel +5,3 per cento.

Inutile dire che l’aumento della remunerazione è ovviamente una notizia positiva per gli investitori i quali oggi possono fare trading sulle azioni Enel accedendo ad una vasta gamma di strumenti operativi grazie al broker eToro. Tra l’altro sempre questo broker offre anche la demo gratuita in modo tale da imparare senza rischiare di perdere soldi reali.

–APRI UN CONTO DEMO ETORO E IMPARA A FARE TRADING CON I CFD SULLE AZIONI ENEL>>

Acconto dividendo Enel 2023: data di stacco

Seconda informazione altrettanto utile per gli investitori riguarda la data di stacco della cedola. Il management del colosso dell’elettricità ha deliberato che la prima tranche del dividendo Enel 2023 sarà staccata lunedì 23 gennaio 2023. Come al solito la data di pagamento sarà due giorni dopo ossia mercoledì 25 gennaio.

Queste sono le due date che sia gli azionisti della quotata guidata da Starace che i trader devono segnare sul calendario.

Dividend yield Enel

Dividend yield ovvero rendimento del dividendo Enel (acconto in questo caso). Questa è probabilmente l’informazione più preziosa che gli investitori attendono. A prescindere dal caso specifico Enel, vale sempre la regola che il rendimento di un certo dividendo si misura tenendo conto dei prezzi del titolo in borsa. Ebbene ieri le azioni Enel hanno chiuso la seduta a 5,8 euro e quindi il rendimento dell’acconto sul dividendo dovrebbe essere pari a a circa il 3,5 per cento. Una remunerazione niente affatto negativa anche perchè, non bisogna dimenticare che non stiamo parlando di una cedola intera ma si una tranche.

Dividendi Enel: le previsioni per i prossimi anni

Oltre ad ammontare e data di stacco dell’acconto sul dividendo Enel 2023, dal management del colosso elettrico sono anche arrivate delle indicazioni sugli anni successivi. Proprio recentemente i vertici del gruppo hanno infatti ribadito che la politica dei dividendi per i prossimi anni sarà semplice e prevedibile. La quotata punta ad offrire ai suoi azionisti un dividendo per azione pari a 0,43 euro nel periodo 2023-2025, in aumento rispetto agli 0,4 euro indicati con riferimento all’esercizio 2022. I vertici hanno precisato nella stessa occasione che il dividendo per azione nel 2024 e 2025 deve essere considerato come un minimo sostenibile.

Concludiamo con uno sguardo all’andamento del titolo che oggi in borsa segna una flessione dell’1,75 per cento a quota 5,6 euro. Il bilancio di Enel su base mensile, però, resta positivo evidenziando un rialzo del 12 per cento. Al contrario Enel cede i 17 per cento rispetto ai valori di un anno fa.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Enel

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.