crollo azioni

In una giornata caratterizzata a pochi spunti, a far rumore su Borsa Italiana è il crollo delle azioni Amplifon. A metà seduta il titolo del retailer di apparecchi acustici, segna un tracollo di oltre 8 punti percentuali che stride con l’intonazione positiva del Ftse Mib.

Considerando l’ampiezza del ribasso è scontato che ci sono delle cause ben precise alla base di quello che può essere classificato a tutti gli effetti come un vero e proprio sell-off. Prima di esaminare le ragioni dell’andamento disastroso di Amplifon, parliamo un pò di numeri e di performance.

Alle ore 11, il prezzo delle azioni Amplifon segna una flessione dell’8 per cento a quota 28,34 euro. A causa del forte ribasso in atto, la performance di Amplifon su base mensile è ora negativa per il 5,16 per cento. In forte ribasso anche il dato su base annua. Rispetto ad un anno fa, infatti, il prezzo del titolo Amplifon è più basso di ben il 34 per cento. Tutti questi numeri sembrano lanciare un segnale interessante: le azioni Amplifon oggi sono a sconto e quindi si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di comprare sui prezzi bassi. Come siamo soliti affermare, però, la strategia di acquistare a sconto è teoricamente sempre valida ma poi è necessario capire se lo è anche praticamente.

Prima di provare a dare una risposta a questo dubbio, ricordiamo che oggi è possibile fare trading online sulle azioni senza pagare commissioni grazie al broker eToro. Inoltre scegliendo questo broker per operare, saranno sufficienti solo 50 dollari per iniziare ad investire.

Con eToro puoi fare trading online sulle azioni >>>clicca qui per iniziare

Perchè le azioni Amplifon oggi crollano?

E veniamo adesso ai motivi per cui il prezzo delle azioni Amplifon sta andando a picco. Dietro al tracollo del titolo c’è il profit warning lanciato dalla rivale elvetica Sonova. Il competitor svizzero di Amplifon ha infatti tagliato le stime sulla redditività per il prossimo esercizio. A spingere al profit warning il gruppo elvetico sono stati gli sviluppi meno rapidi del previsto in alcuni mercati chiave della cura dell’udito e la pressione sui costi.

Più nel dettaglio, la società svizzera prevede di chiudere l’esercizio 2022-2023, (iniziato ad aprile) con un aumento delle vendite compreso tra il 15 e il 19 per cento e un Ebitda in crescita tra il 6 e il 10 per cento. Precedentemente l’outlook di Sonova puntava su ricavi in progressione tra il 17 e il 21 per cento e un Ebitda in rialzo tra il 12 e il 18 per cento.

Comprare azioni Amplifon? Il parere degli analisti

Come ricordato dagli esperti di Banca Akros, a seguito dei conti del primo semestre 2022, il management di Amplifon aveva confermato il target iniziale di vendite nell’intero 2022 pur ribadendo che lo scenario era incerto. Le notizie provenienti del competitor svizzero potrebbero aver alimentato le preoccupazioni su quello che potrebbe succedere nei prossimi mesi in casa Amplifon.

Pur ribadendo l’esistenza di questo rischio, Banca Akros ha comunque confermato la sua view positiva sul titolo. Questo è un aspetto molto significativo che potrebbe far ben sperare sull’andamento futuro del titolo.

A prescindere dalla strategia che si vuole adottare sul titolo Amplifon, ricordiamo che scegliendo il broker eToro è possibile avere sempre una demo gratuita per imparare da fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro virtuali per te, è gratis

Amplifon stime 2022: ecco le previsioni

Un fattore di cui tenere conto per valutare se conviene comprare azioni Amplifon è la stima di consensus sull’anno in corso. Stando a quanto comunicato dalla stessa società, Amplifon dovrebbe chiudere l’anno in corso con ricavi pari a 2,18 miliardi di euro, sopra gli 1,95 miliardi ottenuti nel 2021. Sempre in tema di previsioni, il margine operativo lordo ricorrente (MOL) dovrebbe attestarsi a 548,3 milioni di euro mentre l’utile per azione adjusted si dovrebbe attestare a1,04 euro sopra gli 0,926 euro che erano stati contabilizzati nell’esercizio 2021.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.