Oto Melara Leonardo

Dopo oltre mezzora dall’apertura delle contrattazioni a Piazza Affari, è il titolo Leonardo ad indossare la maglia rosa sul paniere di riferimento. Il primato del colosso della Difesa non è solo formale ma anche sostanziale. Considerando che il Ftse Mib alle ore 09,45 registra un ribasso insignificante dello 0,03 per cento e che i prezzi delle azioni Leonardo avanzano invece di quasi il 3,1 per cento, è evidente che ci siano dei motivi ben precisi a supporto del rally dell’ex Finmeccanica.

In questo articolo ci occuperemo di analizzare le ragioni alla base del boom dei prezzi di Leonardo. Prima però di scendere nel dettaglio dell’argomento, ricordiamo ai nostri lettori che oggi è possibile fare trading online sulle azioni senza pagare commissioni. A prevedere questa possibilità è il broker eToro (clicca qui per andare sul sito ufficiale).

Perchè oggi è corsa a comprare azioni Leonardo?

A spingere gli acquisti sul colosso italiano della difesa, è il ritorno di rumors sulla cessione della controllata Oto Melara. Da tempo si rincorrono voci di ogni tipo di questo dossier senza però che vengano fatti dei passi in avanti concreti. Oggi qualcosa sembrerebbe però essersi mossa. Stando a quanto comunicato da alcune agenzie stampa il gruppo tedesco Rheinmetall si sarebbe fatto in avanti presentando un’offerta non vincolante per rilevare fino al 49 per cento del capitale della controllata OTO Melara. Per adesso non ci sono conferme e, nonostante le indiscrezioni facciano riferimento solo ad un’offerta non vincolante, per un mercato alla ricerca di temi forti, è sufficiente per far scattare gli acquisti sul titolo della Difesa.

Stando a quanto riportato dalla Reuters, il valore del 49 per cento di Oto Malara su cui i tedeschi avrebbero manifestato interesse, dovrebbe essere compreso tra i 190 e 210 milioni di euro. Ciò significa che il valore complessivo della società controllata da Leonardo potrebbe raggiungere quasi i 430 milioni.

Sempre secondo quanto riportato dalla Reuters, più che gli aspetti finanziari, a rappresentare il vero nodo sono i rapporti di forza tra i vari paesi UE. L’azionista di riferimento di Leonardo, infatti, è il governo italiano e dovrà quindi essere l’esecutivo a prendere una decisione di politica industriale che avrà impatto sia in Italia che in Europa. La partita è tutta aperta e i principali giocatori sono Berlino e Parigi. In ballo ci sono i programmi di sviluppo militare che sono stati promossi dall’UE.

Tecnicamente Oto Melara è un’azienda che produce pezzi di artiglieria e mezzi corazzati. Fino all’anno scorso, era opinione diffusa che una guerra combattuta con queste armi fosse oramai roba del passato. Lo scoppio della guerra in Ucraina, dove viene fatto larghissimo uso di artiglieria di ogni calibro da parte di entrambi i belligeranti, ha dimostrato come questi prodotti non siano affatto tramontati. Le guerre, insomma, si facevano e si continueranno a fare anche con l’artiglieria.

Alla luce di queste considerazioni, si possono trarre due conclusioni:

  • l’appeal di Oto Melara è tornato ad essere molto forte e quindi la controllata Leonardo non è più un “peso” di cui è difficile sbarazzarsi
  • le azioni Leonardo, grazie all’apertura del dossier UE sulla Difesa, avranno molta visibilità anche nei mesi prossimi (e ciò significa occasioni per fare trading>>>clicca qui per andare sul sito eToro)

Nel prossimo paragrafo faremo alcune considerazioni sull’andamento in borsa (Ftse Mib) del titolo Leonardo.

Comprare azioni Leonardo oggi? Andamento titolo

Grazie alla progressione in atto oggi, il titolo Leonardo ha ulteriormente migliorato la sua performance su base mensile e anche la sua prestazione rispetto ad un anno fa. Come si può vedere dai grafici, rispetto ad un mese fa, infatti, il prezzo delle azioni Leonardo è più alto del 9,17 per cento. Dal confronto su base annua, invece, emerge un boom del 45 per cento. Inutile dire che lo scoppio della guerra in Ucraina e il ritorno della Difesa nell’agenda dei governi hanno spianato la strada al rialzo di Leonardo che potrebbe non essere ancora cessato.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.