Dividendo Unieuro 2022/2023 ci sarà? Prezzi azioni volano dopo i conti preliminari

Aggiornamento del

Unieuro ha reso noti i ricavi preliminari relativi all’esercizio 2022/2023 (chiuso il 28 febbraio) oltre ad altre informazioni di bilancio. Contestualmente il gruppo retail italiano ha anche fornito delle indicazioni in materia di dividendi.

Insomma, sia pure in veste preliminare, la quotata ha fornito tutta una serie di potenziali driver agli investitori. Non deve quindi stupire se proprio le azioni Unieuro sono tra le più dinamiche in avvio di scambi a Piazza Affari. La quotata, infatti, fin dal primo minuto di contrattazioni è balzata ai piani alti del Segmento STAR di Borsa Italiana mettendo a segno un balzo di oltre il 5 per cento a quota 11,21 euro. Grazie alla progressione, la prestazione di Unieuro su base mensile si aggiorna ora positivamente (+ 1 per cento il parziale). Una magra consolazione visto che su base annua, le azioni Unieuro risultano invece essere deprezzate dei 36 per cento. Lato operativo, quindi, stiamo parlando di una quotata che avrebbe molto potenziale di crescita.

Buona regola degli investimenti è quella di tenere sempre d’occhio i titoli cosiddetti a sconto in quanto si tratta di quelli che potrebbero registrare il margine di crescita più ampio. Ovviamente tutto questo è possibile solo se i fondamentali dell’azienda sono solidi e se ci sono fattori catalizzatori in grado di spingere i prezzi.

Il nostro intento è capire se questi fattori catalizzatori si possono rintracciare o meno proprio nei conti preliminari di Unieuro.

Unieuro conti preliminari 2022: ecco come è andata

Unieuro ha chiuso il 2022 con ricavi pari a 2,88 miliardi di euro, in calo del 2,2 per cento rispetto ai 2,95 miliardi ottenuti nel precedente esercizio 2021/2022. Il management ha evidenziato che la flessione del fatturato è da imputare al calo della categoria Brown che purtroppo è stato compensato solo in modo parziale dalla crescita di tutte le restanti categorie merceologiche.

La comparazione delle vendite con quelle del precedente esercizio sulla base di un perimetro di attività omogeneo (tecnicamente si parla di ricavi like-for-like) ha messo in evidenza una flessione ancora maggiore e pari al 3,2 per cento.

Nonostante la flessione, Unieuro ha comunque messo in evidenza che i ricavi sono stati in linea con la guidance e consentono alla società di confermare le previsioni reddituali e finanziarie per l’esercizio appena chiuso di un EBIT adjusted che dovrebbe essere pari a 35 milioni di euro e di una cassa netta in un range che si dovrebbe collocare in una forchetta compresa tra 110 e i 130 milioni alla fine di febbraio 2023.

Maggiori informazioni sull’esercizio 2022/2023 verranno comunicate con la pubblicazione dei conti definitivi della quotata.

Sempre nell’ambito dei risultati preliminari sono state fornite anche alcune indicazioni in merito al dividendo 2022/2023 in stacco nell’anno corrente.

Dividendo Unieuro 2023: le indicazioni

In merito alla politica di remunerazione degli azionisti, il management di Unieuro non è sceso nel dettaglio. Tuttavia ha fornito un’indicazione molto importante affermando che pur in un contesto macro caratterizzato da una forte incertezza, risulta prevedibile ad oggi la distribuzione di un dividendo che sarà in linea con la policy in vigore. Una buona notizia, quindi, in attesa dei dati definitivi su ammontare del dividendo e data di stacco della cedola.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading
Non perdere le nostre notizie! Vuoi essere avvisat* quando pubblichiamo un nuovo articolo? No Sì, certo