Azioni Netflix a gonfie vele: trimestrale oltre le attese

netflix

Trimestrale Netflix oltre le attese, e azioni che superano 100 miliardi USD di capitalizzazione.

CONDIVIDI

La quarta trimestrale 2017 di Netflix supera le attese degli analisti, forte degli oltre 8 milioni di nuovi sottoscrittori. Quanto basta per dare la giusta euforia a un titolo che ha già regalato diverse soddisfazioni nel recente passato, e condurre la capitalizzazione dell’azienda a quota 100 miliardi di dollari sui listini di Wall Street.

Un boom di clienti

Entrando nel dettaglio di quanto avvenuto in Netflix, osserviamo innanzitutto come il servizio di video streaming abbia annunciato di aver ottenuto 8,3 milioni di nuovi utenti, di cui meno di 2 milioni negli Stati Uniti, a conferma di un appeal sempre maggiore e sempre più territorialmente diversificato.

Come anticipato poche righe fa, i numeri hanno superato le previsioni degli analisti, che invece puntavano a un discreto + 6,3 milioni di unità, confermando così il buon esito delle iniziative di marketing dell'azienda e i recenti sforzi negli investimenti sui prodotti da condividere con la clientela.

Per quanto concerne gli altri elementi economici, i ricavi sono aumentati del 33 per cento (a 3,29 miliardi di dollari) con utili raddoppiati (a 185,5 milioni di dollari). Merito anche dell’incremento delle tariffe applicate all’utenza, cresciute di 1 dollaro in più sulla tariffa base (a 10,99 dollari). Proventi in aumento del 35 per cento nell'ultimo trimestre dell'anno, su base annua.

Azioni in grande spolvero

La positiva trimestrale ha generato una diffusa euforia sui mercati finanziari. Tanto che, nelle ore successive all’annuncio, le quotazioni delle azioni sono aumentate del 9 per cento, chiudendo poi la sessione con un notevole + 3 per cento e permettendo alla capitalizzazione aziendale di superare 100 miliardi di dollari.

E per il futuro? Netflix sembra voler continuare a puntare sui suoi cavalli di battaglia, che per ora – nonostante l’agguerrita concorrenza – hanno portato bene alla società a stelle e strisce. Serie tv di qualità in esclusiva, film e show televisivi, continueranno dunque a rappresentare il principale biglietto da visita dell’operatore, con un’offerta fortunatamente già ben eterogenea, e in grado di resistere a qualche brutta sorpresa, come la mancata messa in onda di House of Cards, che ha provocato una perdita di 39 milioni di dollari.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro