Skin ADV

Trimestrale Facebook oltre le previsioni: prezzi azioni volano nell'after-hours

Trimestrale Facebook oltre le previsioni: prezzi azioni volano nell'after-hours
© Shutterstock

Facebook chiude il terzo trimestre 2019 battendo tutte le attese su utili e ricavi ma Zuckerberg resta prudente

Una trimestrale Facebook così forte non se l'aspetteva neppure il più visionario degli analisti ed è per questo motivo che nell'after hours di Wall Street si sono subito scatenati gli acquisti sul titolo FB. Il colosso di social network, infatti, in scia alla pubblicazione dei conti del terzo trimestre, ha messo a segno un balzo di oltre il 5 per cento. 

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26 — Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

  🔝 CONTO E CARTA GRATUITI – Conto corrente ZERO SPESE con N26Carta Conto con IBAN (anche prelievi e bonifici gratuiti)  + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. ✅ Ricevi la tua MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici in 19 valute. Scopri di più sul sito ufficiale >>

Il rally registrato nell'after hours è un primo segnale di quello che potrebbe avvenire alle quotazioni Facebook sulla borsa americana oggi. 

Per definire la migliore strategia trading da adottare su titolo è necessario andare ad analizzare, nello specifico, le singole voci della trimestrale Facebook. Il gigante dei social ha chiuso il terzo trimestre 2019 con un utile per azione pari a 2,12 dollari, in rialzo di ben il 19 per cento rispetto ad un anno fa su e con ricavi che sono saliti del 29 per cento a quota 17,65 miliardi. Entrambi i dati hanno battute le attese degli analisti. Il consenso Refinitiv, infatti, puntava su un utile per azione pari a 1,91 dollari e su ricavi non superiori a 17,37 miliardi di dollari.

Molto forte anche l'andamento dell'importante voce relativa agli utenti attivi giornalieri. Il DAU (questo l'acronimo) è salito a 1,62 miliardi contro gli 1,61 miliardi attesi dagli analisti. In rialzo anche il numero degli utenti attivi mensili (MAU) che, alla fine del terzo trimestre 2019, si sono attestati a quota 2,45 miliardi, facendo registrare un rialzo dell'1,65 per cento rispetto al dato di un anno fa. Il MAU è stato in linea con quelle che erano le attese della vigilia. Per finire, i ricavi medi per utente nel terzo trimestre sono stati pari a 7,26 dollari, nettamemnte al di sopra dei 7,09 dollari della stima di FactSet.

Ovviamente positivo il commento del patron di Facebook Zuckerberg il quale, in conference call, ha affermato che la società è stata capace di mettere a segno un buon trimestre con attività che continuano a registrare una crescita. Mark Zuckerberg ha inoltre reso sono che gli utilizzatori di almeno una delle app del gruppo (oltre a Facebook, anche Whatsapp, Instagram e Messenger) sono ben 2,8 miliardi contro i 2,7 miliardi del secondo trimestre 2019.

Non tutto, però, è rose e fiori e infatti il CEO di Facebook ha affermato che la società si ritrova ancora costretta a fronteggiare importanti problemi regolatori e sociali. Tra questi nodi irrisolti ci sono una serie di questioni antitrust. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro