Trimestrale Nike e effetto sul titolo: ricavi e utile oltre le attese non bastano

Titolo Nike sotto ai riflettori nell’after hours di Wall Street. Il colosso delle calzature e dell’abbigliamento sportivo ha pubblicato i conti del secondo trimestre dell’anno fiscale 2020 che si è chiuso alla fine di novembre 2019. Il gruppo ha chiuso il periodo di riferimento con utile e ricavi al di sopra delle attese.

In particolare Nike ha chiuso il Q2 2020 registrando un utile per azione pari a 0,70 dollari nettamente al di sopra dei 0,58 dollari che erano attesi dal consensus. Sopra le attese della vigilia anche il fatturato che alla fine del secondo trimestre 2020 si è attestato a quota 10,33 miliardi di dollari battendo le attese che erano posizionate a quota 10,09 miliardi di dollari. 

Più nel dettaglio, Nike ha chiuso il trimestre di riferimento con un utile netto pari 1,12 miliardi di dollari contro gli 847 milioni di dollari messi a segno nello stesso trimestre di un anno fa. Dinamica positiva anche per i ricavi che si sono attestati a quota 9,37 miliardi di dollari, registrando una progressione del 10 per cento rispetto ai 9,37 miliardi emersi alla fine del secondo trimestre 2019. La società ha precisato che il business è stato molto forte in tutte le aree geografiche. Nonostante questa performance, però, non sono mancate delle ombre nell’area di origine di Nike ossia in Nord America. 

Le vendite del colosso dell’abbigliamento e delle calzature sportive in Nord America, infatti, hanno registrato una progressione del 5,3 per cento attestandosi a quota 3,98 miliardi di dollari, leggermente sotto le attese formulate dagli analisti di Wall Street.

Probabilemente proprio il dato sulle vendite in Nord America potrebbe aver destabilizzanto gli investitori. Nell’after hours di Wall Street, infatti, il titolo è subito andato sotto. Il prezzo delle azioni Nike, infatti, ha chiuso la sessione ufficiale della borsa americana attestandosi a quota 101,15 dollari. Dopo la chiusura delle contrattazioni, però, sono state le vendite a prevalere e le quotazioni Nike sono scese fino a 100,35 dollari, lo 0,8 per cento in meno rispetto al prezzo fissata al termine della sessione ufficiale di Wall Street

E’ possibile che per tutta la seduta di oggi il titolo Nike registri altre variazioni di prezzo in scia proprio alal valutazione che il mercato farà della trimestrale della società. A partire dalle ore 15,30, orario di apertura dell’ultima di Ottava della borsa Usa, attenzione massima all’andamento della società. Nike potrebbe essere tra le azioni su cui investire a Wall Street oggi. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Americana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.