eToro

Facebook, linea dura contro le fake news sui vaccini

facebook

Facebook in campo per limitare le fake news sui vaccini contro il coronavirus.

Facebook ha affermato la propria intenzione di rimuovere le informazioni errate sui vaccini contro il coronavirus, in concomitanza con il prossimo avvio delle campagne di vaccinazione contro il Covid-19 in diversi Paesi del mondo.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

La politica di Facebook è quella di rimuovere le false affermazioni su Covid-19 che - a quanto afferma Zuckerberg - potrebbero portare a "danni fisici imminenti", come i post che promuovono false cure o false teorie di cospirazione che collegano il virus al 5G. La compagnia ha dichiarato di aver già rimosso 12 milioni di post come risultato di questa policy, tra marzo e ottobre 2020.

Tuttavia, gli analisti notano come Facebook non avesse ancora assunto alcuna posizione sui vaccini, se non quella di vietare gli annunci pubblicitari che promuovono teorie cospirazioniste anti-vaccinazione. L'azienda in passato ha rimosso solo alcuni messaggi contenenti informazioni errate sui vaccini in Pakistan e nelle Samoa in passato, e questi esempi non erano comunque collegati alla Covid.

Di qui, considerata l’importanza del tema e il rischio che Facebook possa finire nel mirino delle cicliche polemiche sulle sue azioni di regolamentazione dei contenuti veicolati sulla propria piattaforma, l’azione di Zuckerberg, che ha confermato che il gigante dei social media mostrerà ai suoi utenti "informazioni autorevoli sui vaccini".

Di contro, dichiara ancora la società in una nota, verranno poste al bando false affermazioni sulla sicurezza, l'efficacia, gli ingredienti o gli effetti collaterali dei vaccini, come quelle secondo cui i vaccini Covid-19 contengono microchip, o qualsiasi altra cosa che non sia nella lista ufficiale dei componenti del vaccino.

Si noti infine come la mossa di Facebook non è stata certamente l’unica nel mondo dei social media e delle piattaforme sociali. Il servizio di condivisione video YouTube, di Google, e l'applicazione TikTok, di proprietà cinese, hanno già detto che rimuoveranno le false affermazioni sui vaccini, mentre Twitter ha appena affermato che è al lavoro per una policy sul tema, da adottare prima che un vaccino diventi disponibile.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato