Il prezzo del petrolio è nuovamente sotto ai riflettori. Questa volta non per un improvviso rally causato dall’intensificazione della crisi geopolitica internazionale, ma per una ragione diametralmente opposta ossia per un forte ribasso.

Mentre è in corso la scrittura del post, il valore del petrolio Brent registra un calo di quasi il 4 per cento a 102 dollari al barile mentre il WTI segna un ribasso del 3,8 per cento a 98 dollari al barile.

Le indicazioni che si possono trarre da questi dati sono essenzialmente due:

  • il petrolio è tornato sotto ai 100 dollari al barile 
  • i prezzi del greggio sono quasi ai minimi delle utime due settimane

Prima di analizzare i motivi alla base del forte calo in atto sul prezzo del petrolio, ricordiamo che situazioni come questa rappresentano spesso una grande occasione per i trader che sono alla ricerca del momento giusto per comprare a sconto puntando sul successivo rialzo dei prezzi. Fin qui tutto chiaro ma come si fa ad acquistare petrolio?

Il modo più semplice e al tempo stesso alla portata di tutti è attraverso uno strumento derivato come ad esempio i Contratti per Differenza. Tra l’altro oggi imparare a fare CFD Trading sulla quotazione petrolio è ancora più semplice visto che ci sono broker come ad esempio eToro (leggi qui la nostra recensione) che offrono la demo gratuita per imparare a fare pratica senza rischi. Per attivare l’account dimostrativo eToro non serve lasciare il sito ma è sufficiente seguire il link in basso. 

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare trading CFD sul petrolio>>>è gratis

Perchè prezzo petrolio è in forte ribasso?

Per capire se è il momento giusto per comprare petrolio a sconto oppure se conviene attendere ancora in vista di un prolungamento del ribasso, è fondamentale conoscere i motivi alla base della discesa in atto. 

La flessione del greggio fin quasi ai minimi delle ultime due settimane, è causata dalle notizie in arrivo dalla Cina sull’andamento della pandemia di covid19. Ebbene, stando agli ultimi report, non solo le autorità potrebbero rinnovare il lockdown in atto nella città di Shanghai ma non è da escludere un’estensioen del blocco anche a Pechino.

I casi di contagi nella capitale cinese sono in forte aumento e per evitare che la situazione possa finire fuori controllo, le autorità potrebbero attuare un blocco simile a quello in atto su Shanghai. Un provvedimento simile sarebbe un duro colpo non solo per l’economia cinese ma anche per la domanda globale di greggio. 

Del resto secondo gli esperti dell’industria energetica cinese, è altamente probabile che la domanda nazionale di benzina, diesel e carburante per l’aviazione possa registrare nel mese di aprile una diminuzione del 20 per cento rispetto al dato dell’anno precedente. Una flessione simile si tradurrebbe in un ribasso del consumo di petrolio greggio di 1,2 milioni di barili al giorno.

Numeri che hanno spinto Vandana Hari, fondatrice di Vanda Insights a Singapore, a ricordare come oramai le preoccupazioni sulla domanda di petrolio siano tornate al centro del dibattito. Secondo l’analista, a causa proprio dei timori per il lockdown in Cina, il rischio è nuovamente sbilanciato verso il basso. 

Insomma, alla luce di queste considerazioni, sembrerebbe proprio essere un buon momento per comprare petrolio. Fondamentale, però, è usare strumenti avanzati per operare. Un esempio è il Copy Trading eToro grazie al quale è possibile copiare le strategie dei traders migliori. Questa funzionalità può essere utilizzata anche da chi è alle prime armi visto che è sempre disponibile la demo gratuita. 

Usa il Copy Trading eToro per copiare i traders più bravi sul petrolio>>>clicca qui per la versione demo

Anche la FED responsabile del crollo del petrolio

Oltre alle politiche zero covid perseguite della Cina, c’è un secondo fattore alla base del calo del prezzo del petrolio sotto i 100 dollari al barile: l’intenzione della Federal Reserve di procedere ad un nuovo aumento dei tassi di riferimento già nel board Fomc di maggio. Il possibile nuovo aumento dei tassi FED, inevitabile per contrastare il rialzo dell’inflazione negli Stati Uniti, è secondo molti analisti un fattore che impatta negativamente sull’andamento dle greggio. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.