Siamo davvero al crepuscolo delle azioni FAANG (Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google)? E’ questa la domanda che, con insistenza, rimbalza negli ambienti degli investitori già da alcuni giorni, più precisamente dal momento in cui il colosso dello streaming Netflix ha pubblicato i conti del suo primo trimestre.

La forte contrazione dei nuovi abbonati alla piattaforma (la prima in un decennio!) unita alle previsioni cupe per i prossimi trimestri sempre sul fronte dei nuovi utenti, hanno spinto molti analisti ad affermare se non sia il caso di dichiarare la fine dei FAANG visto il venir meno del peso della N di Netflix.

Alla base di questa domanda ci sono ovviamente anche altri motivi: se la N è spacciata a causa del futuro incerto che attende Netflix, la F di Facebook è già da tempo prima di senso visto la trasformazione della società di Zuckerberg in Meta Platforms e la G di Google non ha oramai più senso da anni visto che la società a monte si chiama Alphabet. 

Insomma ben 3 lettere sulle 5 dell’acronimo FAANG non esistono più e quindi, a logico, anche le FAANG dovrebbero essere accantonate. 

A Wall Street, però, tutto passo e tutto si evolve e allora la domanda che a questo punto è più che lecito porsi riguarda il chi (o cosa) prenderà il posto delle azioni FAANG? Visto che ancora non c’è nulla di ufficiale, sono le ipotesi (alcune molto fantasiose) a rincorrersi. 

Tra le varie tesi che abbiamo visionato, ci sembra essere molto interessante quella di Investing.com. Secondo il noto sito finanziario, l’epoca delle FAANG potrebbe essere arrivata al capolinea. A dirlo, più che la caduta delle varie lettere, sono i numeri. 

L’indice FANG+ post-Covid è arrivato a rendere il 200 per cento fino a novembre 2021 (mese in cui sono stati raggiunti i massimi) mentre oggi registra un calo di ben il 30 per cento rispetto a quei top. Scendendo nel dettaglio, le azioni Meta hanno perso ben il 50 per cento mentre le quotazioni di Netflix sono scese del 70 per cento rispetto ai rispettivi massimi. In questo contesto, i competitors non sono stati affatto fermi. TikTok, Snapchat e Disney hanno ideato piattaforme che, inutile nascondersi, sembrano avere molto più appeal verso le nuove generazioni. 

Vuoi investire sui titoli con prezzi a sconto? Prima di iniziare a fare trading online con soldi veri, fai pratica con un conto demo come ad esempio quello offerto dal broker eToro. 

Scopri qui eToro>>> account gratis e 100.000 euro virtuali per imparare a fare CFD trading

Cosa resta in piedi delle FAANG

Del vecchio acronimo FAANG restano in piedi solo la A di Apple, la A di Amazon e la G di Google (da rivedere finalmente in A di Alphabet ma solo per correttezza grammaticale). Queste tre quotate, infatti, hanno perso rispetto ai rispettivi massimi solo il 10, il 20 e il 15 per cento, praticamente nulla in confronto ai ritracciamenti di Meta e di Netflix. 

E allora la tesi di Investing è quella di prendere atto di questo cambio e creare un nuovo acronimo che includa la T di Tesla e la D di Disney a discapito di Meta e Netflix?

Il nuovo indice che potrebbe prendere il posto del FAANG potrebbe essere il TAAGD (Tesla, Apple, Amazon, Google (Alphabet) e Disney. 

Che ne pensate di questa ipotesi suggestiva? Questo nuovo indice può davvero andare a sostituire il vecchio FAANG? A dirlo saranno sempre e solo i numeri e le tesi. Per adesso è evidente che l’andamento dell’indice TAAGD sia decisamente più interessante rispetto a quello FAANG. La perdita c’è sempre ma è molto più contenuta e ciò grazie all’estromissione delle oramai decadute Meta (ex facebook) e Netflix. 

Come investire sulle TAAGD

Lato investitore cosa cambierebbe con il passaggio dalle FAANG alle TAAGD? Praticamente nulla. Già oggi, infatti, è possibile fare trading online sulle azioni che compongono questo nuovo cartello (Tesla, Amazon, Apple, Google e Disney. Di più: scegliendo un broker come ad esempio eToro è possibile tradare senza pagare commissioni. In più con eToro il deposito minimo iniziale è bassissimo essendo pari solo a 50 euro.

>>>Clicca qui per aprire un conto eToro e iniziare a fare trading online sulle azioni

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.