Trimestrale Alphabet (Google): utile per azione in ribasso, azioni ora a buon prezzo?

Trimestrale Alphabet (Google): utile per azione in ribasso, azioni ora a buon prezzo?
© Shutterstock

Alphabet, la società madre di Google, ha chiuso il primo trimestre con un utile per azione peggiore delle attese. Titolo in ribasso (anche nell'after hours)

Chi sta da tempo vagliando se comprare azioni Alphabet (società a cui fa riferimento il noto motore di ricerca Google) potrebbe avere oggi la sua occasione. Il motivo è semplice: i prezzi delle azioni Alphabet sono più bassi rispetto alle scorse settimane, come certamente noto a chi è abituato ad investire in borsa, quando i valori sono "a sconto" si può entrare aprendo una posizione al rialzo. Tra l'altro oggi è possibile anche fare trading online sulle azioni senza pagare commissioni grazie alla proposta di broker come eToro (qui il sito ufficiale)

La domanda che a questo punto ci poniamo è perchè le quotazioni di Alphabet siano in calo. Ovviamente una spiegazione del ribasso c'è ed è da ricercare nella delusione del mercato per i conti trimestrali della quotata. Google ha infatti diffuso i suoi risultati trimestrali nella giornata di ieri e l'impatto si è subito visto sia nella sessione ordinaria (prezzi in calo del 3,5 per cento a 2373 punti) e sia nell'after hours (quotazioni in ribasso di un ulteriore 2,6 per cento). 

Nel prossimo paragrafo focalizzaremo la nostra attenzione sui conti trimestrali di Alphabet

Trimestrale Alphabet: come è andato il primo trimestre 2022 di Google

Alphabet ha mandato in archivio i primi tre mesi 2022 con ricavi pari a 68,01 miliardi di dollari, in aumento del 23 per cento rispetto ai 55,31 miliardi di dollari messi a segno nello stesso periodo dell'esercizio precedente. Il dato, per quanto positivo, è stato leggermente inferiore ai 68,1 miliardi che erano invece previsti dagli analisti.

Analizzando nel dettaglio il dato sui ricavi si può rilevare come la loro crescita sia stata sostenuta dal boom dei servizi cloud (il cui fatturato specifico è passato da 4,05 miliardi a ben 5,82 miliardi) e dal forte rialzo degli introiti da pubblicità che sono invece saliti da 44,7 miliardi a 54,7 miliardi di dollari.

Le buone notizie, però, si fermano qui. Il primo trimestre 2022 di Google si è infatti chiuso con un utile netto pari a 16,44 miliardi di dollari, decisamente in ribasso rispetto ai 17,93 miliardi di dollari che il noto motore di ricerca aveva messo a segno nel primo trimestre 2021. A causa del calo degli utili, l'utile per azione di Alphabet ha registrato un ribasso a 24,62 dollari, molto più in basso rispetto ai 26,29 dollari emersi alla fine del primo trimestre dell'esercizio scorso. Un aspetto certamente non positivo è il fatto che le stime degli analisti prevedevano un utile per azione pari a 25,8 dollari. Quindi l'EPS reale è stato inferiore a quello atteso. 

Il ribasso che le quotazioni di Alphabet hanno fatto registrare nella sessione di ieri (anche after hours) potrebbe essere un effetto della delusione per il valore dell'utile per azione. A prescindere dalle ragioni, il calo può comunque essere sfruttato per fare trading online sul titolo partendo da prezzi più bassi. Anche gli investitori che sono alle prime armi possono cavalcare questa situazione. In tal caso, infatti, è sufficiente fare pratica con un conto demo come quello di eToro prima di passare all'investimento con soldi veri.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare trading online senza rischi>>>è gratis

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X