azioni Apple

La seduta di ieri è stata catastrofica per il titolo Apple. Le azioni del colosso di Cupertino sono letteralmente affondate in scia alla decisione gli analisti di BofA di eliminare la raccomandazione di acquisto (rating buy) sostituendola con un giudizio neutrale (rating neutral). A seguito del downgrade il titolo Apple ha perso il 5 per cento nella sessione ordinaria di trading precipitando a 142,48 dollari. Come si può vedere dal grafico in basso, l’impatto del taglio di rating deciso da BofA è stato devastante con i prezzi che sono andati a picco.

La tensione sulle azioni Apple è rimasta molto alta anche dopo la chiusura delle contrattazioni. Nella sessione after-hours il colosso di Cupertino è riuscito a trovare un rimbalzo di appena lo 0,8 per cento che è davvero poca cosa per sperare in un vero e proprio recupero nell’ultima seduta della settimana.

Ma torniamo agli eventi di ieri. Il crollo registrato da Apple ha impattato su tutto il Nasdaq. Il paniere dei titoli tech, infatti, è stato il peggiore di tutta Wall Street chiudendo con un ribasso del  2,84 per cento a quota 10738 punti.

Ovviamente la responsabilità della sessione disastrosa dell’indice dei tecnologici Usa non è da addebitare alla sola Apple. In realtà, il tracollo della quotata dell’iPhone ha causato un effetto domino su una serie di titoli più o meno correlati al gruppo di Cupertino. Sono stati questi rossi nel loro insieme a determinare poi il disastro del Nasdaq.

Ecco alcuni numeri per avere un’idea sull’entità dei ribassi scaturiti dal sell-off di Apple:

  • le quotazioni di Shopify Inc hanno perso l’8,45 per cento
  • il prezzo di Rivian Automotive Inc è sceso del 7,9 per cento
  • l’exchanhe crypto Coinbase ha perso l’8 per cento
  • Microsoft ha chiuso in calo dell’1,5 per cento
  • le azioni Alphabet (Google) hanno perso il 2,6 per cento
  • Tesla ha chiuso con un ribasso del 6,8 per cento

Come si può notare, in questo elenco ci sono anche colossi tech che, apparentemente, poco hanno a che fare con Apple. E allora come si può spiegare l’effetto domino che si è verificato ieri a Wall Street? La spiegazione è molto semplice. Come messo in evidenza da alcuni analisti, infatti, nella storia i downgrade che hanno interessato Apple sono stati molto pochi. Inevitabile, quindi, che la decisione di BofA di tagliare il rating dal precedente buy a neutral abbia scatenato un terremoto simile mandando a picco l’indice Nasdaq.

Il verdetto emesso da BofA non lascia spazio ad interpretazioni: le azioni Apple non sono più da comprare. Ma per quale motivo gli esperti della banca d’affari Usa hanno deciso di bocciare così sonoramente Apple? Lo vedremo nel prossimo paragrafo.

Prima di andare avanti, ricordiamo ai nostri lettori che oggi le azioni Apple si possono comprare senza commissioni grazie a broker come eToro. Per scoprire tutte le caratteristiche della proposta di eToro è sufficiente seguire il link in basso senza bisogno di lasciare il sito.

Con eToro puoi comprare azioni senza commissioni>>>clicca qui per andare sul sito del broker

Perchè BofA ha tagliato il rating sulle azioni Apple

Nel report redatto dagli analisti di Bank of America sulle azioni BofA si può leggere che la decisione di portare il rating dal precedente buy a sell è stata presa tenendo conto dell’indebolimento del ciclo di acquisto associato al nuovo iPhone14.

Cosa si intende con questa espressione? In pratica, il gruppo di Cupertino ha deciso di non aggiornare i chip presenti nell’ultima versione dell’iPhone. La decisione è stata presa tenendo conto delle note difficoltà nelle catene di approvvigionamento e rappresenta una novità assoluta nelle politiche della Apple. Fino ad ora, infatti, il gruppo di Cupertino aveva sempre aggiornato i chip nelle nuove versioni del suo iPhone. Questa volta ciò non è avvenuto, per cause di forza maggiore, e quindi non si può prevedere se tale cambiamento epocale possa impattare o no sulle vendite dell’iPhone14.

Scrivono gli esperti della banca d’affari Usa che i consumatori sono consapevoli della novità e stanno decidendo cosa fare. Non è quindi da escludere che l’assenza di aggiornamenti dei chip possa avere come conseguenza un calo delle vendite dell’iPhone14. Proprio alla luce di questo rischio, gli esperti non se la sono sentita di confermare il buy e hanno declassato il titolo a neutral.

Trading Online Azioni Apple: cosa fare adesso?

Un giudizio come quello espresso da BofA sulle azioni Apple non può non alimentare il pessimismo sulle prospettive del titolo. Eppure la situazione non è così nera come si potrebbe essere indotti a pensare. BofA, infatti, ha si abbassato il target price sulle azioni Apple da 185 dollari a 160 dollari, tuttavia il nuovo prezzo obiettivo è più alto rispetto alle valutazioni correnti. Precisamente il nuovo target price sui 12 mesi ingloba un upside del 12,5 per cento. Insomma resta un pò di spazio per crescere.

Ma come fare trading online? A prescindere dalle strategie, il nostro consiglio è quello di mantenere una certa prudenza. Già oggi ci potrebbe essere spazio per un rimbalzo non solo di Apple ma di tutte le azioni che sono state trascinate a picco del crollo di ieri del gruppo di Cupertino. Tuttavia nel lungo termine le prospettive restano incerte e molto dipende dalla situazione generale. Staremo a vedere.

Se vuoi fare trading online sulle azioni del Nasdaq ricorda che puoi comprare senza commissioni grazie al broker eToro.

Scopri di più sulle condizioni sul sito ufficiale eToro>>>clicca qui

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.