Come funziona la tecnologia del chip nel cervello? Ecco cos’è Brain Computer Interface (BCI)

Aggiornamento del
Brain Computer Interface (BCI): cos'è e come funziona - BorsaInside.com

Il 2023 ha segnato una svolta epocale nel campo del Brain Computer Interface (BCI), un’affascinante interfaccia tecnologica che stabilisce una connessione diretta tra il cervello umano e il mondo digitale. Vediamo allora cos’è il BCI, quali sono i diversi tipi di intelligenza artificiale neuromorfica e le opportunità di investimento in questa rivoluzionaria tecnologia.

Cos’è il Brain Computer Interface (BCI)

Il BCI rappresenta un impianto cerebrale alimentato dall’intelligenza artificiale, un passo avanti evolutivo nell’ambito dell’IA che si basa sull’informatica neuromorfica. Questa tecnologia utilizza chip come neuroni artificiali per emulare le funzioni e le caratteristiche del cervello umano. Ma quali sono gli aspetti più importanti da considerare nell’ambito della BCI?

  • Evoluzione dell’IA
    L’IA neuromorfica è un balzo evolutivo che imita il funzionamento del cervello umano attraverso l’uso di neuroni artificiali. Questo permette al BCI di tradurre segnali neurali in frasi a velocità paragonabili a una conversazione umana normale.
  • Applicazioni mediche
    Il BCI si rivela un’ancora di speranza in campo medico, aiutando le persone colpite da paralisi a vivere in modo più autonomo. Inoltre, offre ai medici nuovi strumenti per curare malattie neurologiche gravi, come la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e le lesioni del midollo spinale, mentre potenzia le capacità cognitive umane.
  • Sperimentazione in corso
    A settembre 2023, Neuralink, fondata da Elon Musk, ha ottenuto l’approvazione della Food and Drug Administration (FDA) per avviare la sperimentazione del BCI sugli esseri umani. La lista di attesa conta migliaia di iscritti, ma solo 11 pazienti tetraplegici o affetti da SLA saranno selezionati per questa pionieristica sperimentazione nel 2024.

Quali sono i tipi di Intelligenza Artificiale Neuromorfica

Esistono due tipi principali di intelligenza artificiale neuromorfica, entrambi modellati sul calcolo cognitivo simile al cervello umano.

  • IA senza assistenza umana
    Questa tecnologia consente di svolgere attività in modo indipendente, come il funzionamento di veicoli autonomi, assistenti personali e droni.
  • IA con assistenza umana
    Le interfacce che migliorano le capacità umane, come la collaborazione con medici per diagnosticare malattie o eseguire interventi chirurgici, rappresentano un passo avanti. Il BCI si inserisce perfettamente in questa categoria, aprendo nuove frontiere nell’assistenza alle persone.

Il crescente utilizzo di queste tecnologie ha sollevato tuttavia anche delle questioni etiche di grande rilevanza. Nel 2023, l’UNESCO ha pubblicato un rapporto sulla neurotecnologia, sottolineando la necessità di una regolamentazione globale e di un quadro etico universale, parallelo a quelli già esistenti per il genoma umano, i dati genetici umani e l’intelligenza artificiale.

Quali opportunità di investimento nel campo dell’IA

Secondo l’analisi di Morgan Stanley, l’accelerazione nella ricerca sul BCI rappresenta un passo significativo verso la commercializzazione di dispositivi impiantabili che possono ripristinare le funzioni sensoriali e motorie delle persone.

Con il 16% della popolazione mondiale, pari a 1,3 miliardi di persone, che vive con disabilità di vario grado, le BCI potrebbero rivoluzionare la vita di molte persone. Tuttavia, siamo ancora lontani da una distribuzione su larga scala.

La sperimentazione del BCI è principalmente affidata a start-up, organizzazioni no-profit e università. Le sfide finanziarie, tra cui la limitata disponibilità di fondi e gli ostacoli tecnologici, come la miniaturizzazione degli elettrodi, rimangono significative.

Il dibattito sull’etica dell’utilizzo di questi dispositivi rappresenta la principale barriera allo sviluppo delle BCI. La ricerca di applicazioni non mediche e la creazione di interfacce sicure per la popolazione generale potrebbero essere la chiave per superare questa sfida etica.

Il 2023 è stato in definitiva un anno rivoluzionario per il BCI, aprendo porte a nuove possibilità mediche e etiche. Mentre la tecnologia si evolve, le opportunità di investimento crescono, e la regolamentazione diventa imperativa per garantire uno sviluppo etico e sostenibile.

Comprare azioni di aziende che operano nel campo dell’Intelligenza artificiale potrebbe essere un buon investimento anche nella prospettiva di diversificare il portafoglio. Una delle migliori piattaforme secondo il nostro parere è eToro:

eToro logo piccolo2

eToro: il broker consente di comprare azioni vere senza commissioni e inoltre permette anche di copiare i traders più bravi grazie al social trading. Con eToro gli investimenti sono accessibili a tutti essendo il deposito minimo richiesto è pari a soli 50 dollari >Più informazioni sul sito eToro <

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading