Come investire in materie prime nel 2024? Oggi il webinar gratuito per scoprilo

Alle ore 17,00 il webinar Fineco sulle materie prime - BorsaInside

Ti piace investire in materie prime oppure, più semplicemente, sei alla ricerca di spunti per capire come comporre il tuo portafoglio di investimenti il prossimo anno? In entrambi i casi abbiamo il piacere di segnalarti un’interessante novità che è in programma propri oggi 27 novembre 2023.

Come certamente saprai se sei un assiduo di questo sito, spesso segnaliamo i webinar gratuiti organizzati dai migliori broker di trading online. Si tratta di eventi formativi che sono in grado di apportare valore aggiunto al trader. Quindi non webinar che di educational hanno solo il nome ma appuntamenti tenuti da analisti affermati su tematiche di utilità e attualità come è il caso dell’incontro in remoto sulle prospettive delle materie prime nel 2024 di cui parleremo proprio in questo post.

Tra gli organizzatori dei webinar più interessanti e utili spicca Fineco. La celebre banca italiana non ha bisogno di presentazioni visto che è la più usata nel nostro paese per fare trading online. Nulla di cui meravigliarsi visto che la piattaforma Fineco è la NR 1 in Italia. Per quei pochi che ancora non la conoscessero rimandiamo all’ultimo paragrafo. Adesso occupiamoci subito del webinar sulle materie prime in programma oggi e su come si può partecipare.

Come investire in materie prime nel 2024: il webinar di Fineco

E’ vero che manca oltre un mese alla fine dell’anno ma gli investitori guardano sempre al futuro e quindi non c’è assolutamente nulla di cui stupirsi se in tanti già cercano indicazioni su come investire in materie prime nel 2024.

Ma non si tratta solo di un interesse dettato da motivi prettamente cronologici. Il punto è che le commodities, dal petrolio all’oro passando per tutte le altre, sono ad uno snodo decisivo. Il fatto che storicamente abbiano sempre performato in ritardo rispetto al ciclo economico, suggerisce che a cavallo tra fine anno in corso e inizio 2024 ci possano essere novità molto interessanti in ottica operativa.

Come giustamente hanno evidenziato gli stessi analisi di Fineco, il punto è che stiamo entrano in una fase molto particolare con la possibile fine del ciclo dei rialzi da parte delle banche centrali dopo mesi e mesi di aumenti consecutivi. Del tema se ne parla ormai da tempo e, ad oggi, la view più gettonata è che la FED e la BCE possano decidere di non alzare più il costo del denaro ma di lasciarlo però sugli attuali livelli per un periodo di tempo più lungo rispetto a quello che si era paventato.

Ad ogni se davvero gli aumenti del costo del denaro dovessero essere stoppati, le materie prime potrebbero cambiare la rotta chiudere il 2023 in modo più solido rispetto al trend attuale. Una chiusura più tonica dell’anno potrebbe portare ad un ingresso forte nel 2024. Un cambio di passo significativo, quindi, che si verrebbe a creare proprio grazie alla svolta del ciclo economico.

Attenzione, però, a non dare tutto troppo per scontato perchè la dipendenza dalla Cina, il più grande consumatore di materie prime al mondo, potrebbe impattare sul trend delle commodities (basti pensare all’andamento di fine novembre della quotazione petrolio).

Insomma in un contesto potenzialmente molto invitate ma al tempo stesso alquanto incerto, il webinar di Fineco su come investire in materie prime nel 2024 può essere molto di aiuto anche perchè non solo è di qualità (si tratta di un Webinar in collaborazione con WisdomTree, società di gestione degli investimenti che si specializza in prodotti finanziari, in particolare in ETF) ma è anche gratuito.

–VAI SUL SITO UFFICIALE FINECO PER MAGGIORI INFORMAZIONI>>

Investire in materie prime con il webinar Fineco: ecco cosa i trader impareranno

Come abbiamo accennato in precedenza, i webinar devono essere utili per poter essere meritevoli di attenzione. E il webinar di Fineco sulle materie prime in programma oggi è sicuramente un evento che può essere molto di aiuto agli investitori.

Senza perderci in tanti giri di parole, vediamo perchè l’appuntamento può portare valore aggiunto al trader (e quindi è un vantaggio prendervi parte). Diciamo subito che c’è un solo motivo ma ce ne sono ben 4:

  • I trader potranno imparare come funziona la dipendenza delle commodity dal più grande consumatore di materie prime al mondo: la Cina
  • Potranno anche avere indicazioni su quali sono le materie prime che vanno monitorate nel prossimo ciclo economico
  • E anche capire come influirà la corsa agli armamenti green sui prezzi delle commodities
  • E per finire l’aspetto forse più importante per chi sta già guardando al prossimo anno: quale sarà l’outlook delle materie prime per il resto del 2023 e il 2024

-ISCRIVITI AL WEBINAR DI FINECO SULLE MATERIE PRIME>>

Come fare per partecipare al webinar Fineco sugli investimenti in materie prime nel 2024

Partecipare al webinar Fineco sulle materie prime in programma oggi è molto semplice e, per certi versi, anche agevolato visto che l’evento è in programma dalle 17:00 alle 18:00 quindi dopo l’orario di lavoro. I posti sono limitati, però, e quindi è meglio non perdere tempo.

Per iscriversi è necessario inserire il proprio nome, cognome, indirizzo mail e numero di cellulare, una volta effettuato l’accesso sul sito ufficiale Fineco (ecco il link diretto).

Si riceverà una mail con l’indirizzo del webinar e tutte le specifiche. L’operazione di iscrizione può essere fatta in pochi minuti ed è del tutto gratis.

Perchè investire in materie prime con Fineco

Fineco logo piccolo

Fineco non ha bisogno di presentazioni essendo la banca con la migliore piattaforma di trading in Italia. Punto di forza di Fineco, non a caso scelta da tantissimi italiani, è l’ampiezza degli strumenti offerti. Su Fineco si possono trovare mercati di ogni tipo tra cui le materie prime su cui è possibile speculare attraverso i CFD oppure mediante i tanti ETF quotati.

Due le opzioni di conto offerte da Fineco: il conto standard che ingloba servizi di banking e di trading e poi c’è il conto 100% trading che, a differenza del primo, non ha costi fissi e canone ma non permette di accedere a servizi banking. Il nuovo conto di solo trading è quindi l’ideale per i principianti.

Uno dei motivi per cui tanti italiani scelgono Fineco oltre all’ampiezza dei mercati e dei servizi offerti, è di natura fiscale: Fineco, in quanto banca italiana, opera da sostituto di imposta per i clienti che hanno la residenza in Italia.

–REGISTRATI SU FINECO PER INVESTIRE IN MATERIE PRIME>>

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading