Skin ADV

Risparmio gestito, le commissioni sono troppo alte?

gestito

Le commissioni sul gestito sono troppo care o no? Ecco cosa di ce l'ultima analisi in materia.

Il primo semestre del 2019 si è imposto come un anno di ripartenza per il risparmio gestito, falcidiato da un 2018 non particolarmente positivo. Una ripartenza che tuttavia cela ben più di qualche cruccio, considerato che – come rammenta il Centro studi di Tosetti Value, in un’analisi anticipata dal quotidiano Il Sole 24 Ore – le commissioni ricorrenti che le società di gestione di risparmio applicano alla clientela sono rimaste invariate, dando così la sostanziale certezza che le commissioni, in buona parte, sono indipendenti dalle prestazioni. E che, in somma, quando i risultati delle gestioni sono negativi, tutti i rischi dell’attività ricadono sugli investitori.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Più nel dettaglio, secondo l’analisi nel corso dell’intero 2018 la media ponderata dei rendimenti ottenuti dalle prime 30 società per masse amministrate ha realizzato una flessione del 5,6%, mentre nei primi sei mesi del 2019 le perdite sono state recuperate con una prestazione convincente, + 9,5%.

Tuttavia, non si è vista nel frattempo alcuna differenza sulle commissioni ricorrenti che vengono applicate alla clientela, che sono pari all’1,05% medio ponderato nel 2018 e all’1,04% nella prima metà di quest’anno. La tendenza appare essere ancora più marcata quando si restringe l’oggetto dell’analisi alle sole prime 10 società italiane, con ribasso dei rendimenti del 6,1% nel 2018, e rialzo della stessa entità nella prima parte del 2019, a fronte di commissioni invariate, ma superiori rispetto al Continente, e pari all’1,45% annuo.

Secondo quanto afferma Tosetti Value, i ricavi ottenuti dalle società di gestione del risparmio appaiono essere poco correlati con i risultati maturati in favore degli investitori, sui quali gravano invece i rischi dell’attività di investimento. Per questo motivo, la società auspica un maggiore allineamento degli interessi di medio termine, anche alla luce del fatto che nel frattempo il mercato, avendo sviluppato un migliore concorrenza di Etf e fondi passivi, sta inesorabilmente influenzando il settore.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro