Skin ADV

Azimut apre il private equity agli investitori privati

azimut

Azimut propone nuovi strumenti di investimento alternativi per il pubblico retail.

Azimut ha annunciato la volontà di aprire anche agli investitori privati la possibilità di investire in private equity, venture capital e private debt. Lo strumento per far ciò è Demos, il primo fondo chiuso di private equity retail al mondo, con un importo minimo di sottoscrizione pari a soli 5.000 euro, e il merito di proporre un investimento alternativo a una platea potenzialmente molto ampia.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Pietro Giuliani, presidente di Azimut, ha spiegato in una nota che il nome Demos è stato scelto perché questo fondo è in grado di democratizzare il mercato, proponendo ai risparmiatori la possibilità di accedere a rendimenti e a opportunità che fino ad oggi erano riservati esclusivamente agli investitori istituzionali o ai family office.

Giuliani ha poi aggiunto che “nei prossimi cinque anni intendiamo fare crescere i mercati privati e alternati dall’attuale 1% dei 56 miliardi di euro di masse gestite per fare nel 2024 oltre il 15% del totale delle masse. A voce dico che sarà su masse pari a 75 miliardi, che non è il numero che rientra nel prossimo piano a 5 anni, ma un esercizio numerico – per poi aggiungere che - l’impegno col mercato è di fare il 15%, ma pensiamo di fare il 30%. I 10-11 miliardi che ne risultano, contando il 15% delle masse, sono lo stesso obiettivo di BlackRock, con la differenza che per la nostra dimensione queste cifre cambiano la performance per il cliente, stimata nell’1,5%, ma che realisticamente sarà al 2%. In un’epoca di tassi bassi, con cash negativo, se un cliente mi da’ il 15% in illiquidi, gli do il 2%”.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro