Skin ADV

Bnp Paribas compra quota di Allfunds, cambia il risparmio gestito

Bnp Paribas compra quota di Allfunds, cambia il risparmio gestito
© Shutterstock

Si accende il risiko del risparmio gestito: BNP Paribas punta sulla piattaforma di distribuzione di fondi Allfunds

Grandi movimenti nel segmento di mercato del risparmio gestito. I francesi di BNP Paribas hanno reso noto nei giorni scorsi di aver comprato una quota pari al 22,5 per cento di Allfunds, nota piattaforma di distribuzione di fondi. L'acquisto è stato condotta attraverso la controllata Bnp Paribas Securities Services, una banca specializzata nell’offerta di servizi legati alla distribuzione dei fondi. L'acquirente ha già fatto sapere che è sua intenzione usare Allfunds come partner per avere accesso al mercato dei fondi.



✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝 Ricevi la tua carta MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici bancari in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝 Ricevi la tua carta MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici bancari in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

Allfunds è oggi uno dei più importanti player di distribuzione dei fondi a livello mondiale e presenta un'offerta di servizi che includono, tra gli altri, anche data e analisi, strumenti di portafoglio e reportistica, servizi di ricerca e normativi. Allfunds è inoltre presente sul mercato globale anche con Allfunds Connect, un ecosistema digitale che consente alle case di gestione dei fondi di connettersi con i distributori dei prodotti.

I numeri su Allfunds sono impressionanti. La società ad oggi può vantare qualcosa come 500 miliardi di euro di asset amministrati. Allfunds, inoltre, offre 84.860 fondi di oltre 1.550 case di gestori. Il gruppo puòà vantare accordi con ben 600 distributori ed è presente in tantissimi paesi di tutto il mondo come Lussemburgo, Svizzera, Regno Unito, Spagna, Italia, Emirati Arabi Uniti, Singapore, Cile, Colombia, Brasile.

In base ai termini dell'intesa le due società lavoreranno assieme allo sviluppo di nuovi prodotti che sono destinati ai distributori. Bnp Paribas Securities Services farà convergere in Allfunds tutte quelle attività che sono state costituite dalla banca corrispondente e dalla gestione dei partecipanti di fondi Ucits italiani.

I francesi inoltre, affideranno ad Allfunds tutta la gestione dei contratti di distribuzione di fondi di terzi per alcune unità del gruppo che sono attive nei seguenti settori: gestione collettiva del risparmio, distribuzione retail, wealth management e assicurazioni. Il gruppo francese, inoltre, trarrà beneficio dall'accordo con una delle piattaforme wealthtech leader di mercato. Parallelamente Allfunds, usando l'esperienza di Bnp Paribas nel risparmio gestito, incrementerà la sua penetrazione nel mercato.

Patrick Colle, ceo di Bnp Paribas Securities Services, si è detto molto contento dell'intesa. Il manager ha ricordato come la necessità di avere accesso alle piattaforme di distribuzione fondi sia oramai forte crescita. E' per tale motivo che BNP Paribas desidera che i suoi clienti possano usufruire di tutte le opportunità oggi possibili. Secondo Colle la partnhership con Allfunds permetterà a BNP Paribas di potenziare la sua offerta e di imprimere una svolta allo sviluppo di servizi di nuova generazione per la distribuzione dei fondi e di analisi dei dati.

Molto positivo anche il commento di Juan Alcaraz, ceo di Allfunds, secondo il quale l'accordo è un passo importante in linea con l'obiettivo della società di diventare "un’azienda wealthtech leader a livello mondiale". Alcarez ha anche affermato che puntando sulla propria piattaforma e sul modello di business integrato di Bnp Paribas, Allfunds potrà fornire a tutti i suoi clienti servizi di distribuzione dei fondi ottimizzati.

Per quanto riguarda i termini economici dell'intesa, compratori e venditori si sono limitati a rendere noto che una quota pari al 22,5 per cento è andata a Paribas Securities Services e Bnp Paribas Asset Management, senza però specificare l'ammontare della transazione. E' molto probabile che il perfezionamento dell’operazione avvenga entro la fine del 2020. Ovviamente tutto è subordinato al via libera da parte delle competenti autorità di vigilanza e all’espletamento di tutte le necessarie procedure di informazione e consultazione sindacale.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro