etoro

Mercati in spinta rialzista, quali ragioni dietro questo ottimismo?

azioni

L'opinione degli esperti di Euromobiliare dietro questa ventata di ottimismo sui mercati finanziari internazionali.

Dopo aver vissuto una brutta stagione invernale, i mercati finanziari sembrano aver ripreso slancio durante questa primavera di “ripresa” delle attività economiche. Ma è sufficiente attribuire questo rinnovato ottimismo al solo contenimento del nuovo coronavirus?




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Secondo gli esperti di Euromobiliare SGR, in realtà, le motivazioni sono almeno altre tre. Vediamole insieme.

Azioni e obbligazioni in buono spolvero

La prima evidenza che è possibile trarre dall’analisi dei mercati è il fatto che i listini azionari e obbligazionari sono in un buon momento di forma. Il mese di giugno è partito più o meno con le stesse buone prospettive di maggio, consolidando una ripresa a forma di V che sembra mandare in archivio (almeno per il momento) i minimi di marzo.

Concretamente, l’azionario è stato positivo un po’ ovunque, e si è accompagnato con una buona ripresa anche nel contesto obbligazionario, con contestuali cali degli spread tra periferia dell’Eurozona e Germania, e con il tasso del nostrano BTP decennale sceso sotto l’1,50%, riportandosi ai livelli di inizio anno.

Le ragioni del rinnovato ottimismo

Come anticipato, per gli esperti di Euromobiliare sono numerosi i motivi alla base di questa ripresa. In primo luogo, c’è chiaramente la soddisfazione determinata dalla recente evoluzione della pandemia, che oggi appare sotto controllo nei Paesi sviluppati.

In secondo luogo, c’è il ruolo delle banche centrali, con Fed e Bce che stanno agendo in maniera (finalmente) più proattiva. L’Eurotower ha annunciato l’aumento del Pandemic Emergency Purchasing Programme di 600 miliardi e il suo prolungamento a giugno 2021.

C’è poi una terza ragione, legata all’evoluzione dei dati macroeconomici in miglioramento e superiori alle aspettative. Tra i migliori e più importanti ci sono quelli legati al lavoro americano di maggio, i cui numeri sono andati al di là di ogni più rosea aspettativa.

Ultimo elemento, non certo il meno importante, è il posizionamento ancora cauto degli investitori, che non sono ancora pienamente convinti del fatto che si uscirà rapidamente dalla crisi del Covid-19.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato