L'Unione dei mercati dei capitali può aiutare l'Europa a evitare trappole di liquidità

volatilita

S&P pubblica un dossier molto favorevole al percorso di creazione di un'Unione dei mercati dei capitali in area euro.

L'Europa non è ancora intrappolata in una trappola di liquidità e l'Unione dei mercati dei capitali potrebbe essere una strada utile per evitarla. A sostenerlo è un report di S&P Global Ratings, secondo cui “l'evidenza statistica suggerisce che l'Europa non è ancora caduta in una trappola di liquidità, ma l'uso del risparmio rimane improduttivo".




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Secondo quanto ricostruisce il capo economista EMEA Sylvain Broyer in un dossier pubblicato recentemente, infatti, le famiglie e le imprese europee hanno accumulato una gran parte della liquidità che i governi e le banche centrali hanno iniettato nell'economia per combattere le conseguenze della pandemia COVID-19. Dopo la pandemia, potrebbero effettivamente spendere di più in attività che sono state limitate durante le chiusure. Ma lo faranno realmente?

"Quello che serve è un modo per rendere i risparmi più produttivi. Crediamo che questo si possa ottenere completando l'Unione dei mercati dei capitali e, soprattutto, dando incentivi agli investitori al dettaglio per aumentare le loro partecipazioni dirette o indirette in azioni", ha detto Broyer nel dossier.

Il completamento dell'Unione dei mercati dei capitali non esonera naturalmente dai progressi sull'Unione Bancaria, incluso un sistema europeo di assicurazione dei depositi, che potrebbe anche aiutare ad eliminare le barriere al libero flusso di capitali e liquidità attraverso le frontiere – si legge ancora nella nota. I beneficiari includerebbero le piccole e medie imprese, che soffrono di investimenti insufficienti.

Insomma, l’Unione dei mercati dei capitali viene definita da S&P come “vitale per il futuro dell'Europa”, poiché permetterebbe al denaro di fluire attraverso la macroregione, stimolando gli investimenti che rimangono troppo bassi in Europa e alimentando una ripresa economica sostenibile. Inoltre, incanalerebbe l'enorme quantità di risparmio improduttivo accumulato nell'UE verso le PMI sotto forma di azioni.

"Il CMU può aiutare a evitare una trappola di liquidità, fornendo incentivi per investire nelle imprese europee attraverso un migliore rendimento dei risparmi", ha poi concluso Broyer.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS