Nuovo record per il risparmio gestito: masse sopra quota 2.500 miliardi

fondi

Cresce la raccolta netta dei fondi: ecco le prestazioni della prima metà dell'anno e i relativi record.

L’industria del risparmio gestito consolida un nuovo record, grazie alla ripresa economica e dei mercati finanziari. E così, cita una nota di Assogestioni, durante il mese di giugno per la prima volta il patrimonio gestito ha superato quota 2.500 miliardi di euro grazie all’effetto combinato dei flussi e dell’attività di gestione. Il 51% della masse sono investite in gestioni collettive, mentre il rimanente 49% nei mandati.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Più nel dettaglio, emerge come nel mese di giugno le sottoscrizioni nette siano state pari a 5,18 miliardi di euro, in flessione rispetto ai 6,78 miliardi di euro del mese precedente. La prestazione ha comunque consentito alla raccolta dei primi sei mesi di avvicinarsi alla soglia dei 47 miliardi di euro. Si conferma inoltre il successo delle gestioni collettive, la cui raccolta netta è pari a 4,7 miliardi di euro, per un saldo semestrale di 34,12 miliardi di euro.

Per quanto poi riguarda le singole tipologie di sottoscrizioni, i fondi aperti collezionano 4,09 miliardi di euro, per un totale semestrale di 31,77 miliardi di euro. I fondi chiusi hanno invece archiviato il mese con flussi netti per 606 milioni di euro, per un saldo semestrale di 2,35 miliardi di euro. Meno dinamiche le prestazioni delle gestioni di portafoglio, che chiudono giugno con una raccolta netta positiva per 481 milioni di euro.

I dati di Assogestioni evidenziano poi come i risparmiatori italiani abbiano dimostrato una buona propensione nei confronti dei prodotti azionari, con flussi netti per 2,2 miliardi di euro, poco sopra i 2,12 miliardi di euro registrati a maggio. I fondi bilanciati chiudono invece il mese con una raccolta netta di 1,96 miliardi di euro, mentre quelli obbligazionari registrano una raccolta netta positiva per 1,23 miliardi. Sul terreno negativo rimangono i fondi flessibili, con – 67 milioni di euro, mentre fanno ancora peggio i monetari, per – 1,2 miliardi di eruo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS