Fund manager, perché due terzi di loro sconsigliano le criptovalute

Circa due terzi dei top manager dei fondi di investimento pensano che gli investitori retail non dovrebbero possedere criptovalute nei loro portafogli, in gran parte per motivi legati alla trasparenza e alla regolamentazione.

A sostenerlo è un sondaggio di Natixis Investment Managers, secondo cui il 68% del campione non ritiene che gli individui dovrebbero avere accesso alle criptovalute, con una presa di posizione netta, che tuttavia si scontra con l’alta domanda di valute digitali come Bitcoin ed Ethereum, soprattutto tra gli investitori più giovani (il 40% degli intervistati dice che i clienti chiedono sempre più spesso l’accesso alle criptovalute).

Più del 10% degli investitori possiede criptovalute, posizionando così Bitcoin & co. dietro i beni immobili, le azioni, i fondi comuni e le obbligazioni nella lista degli strumenti finanziari più posseduti dagli investitori. Due terzi di loro hanno inoltre acquistato criptovalute nell’ultimo anno, soprattutto per la facilità con cui è diventato possibile scambiare tali asset.

Ma allora perché i professionisti degli investimenti sono così riluttanti nel suggerire l’investimento in criptovalute?

A ben vedere, la timidezza nei confronti di questa asset class sembra essere in gran parte dovuta alle sfide relative alla trasparenza delle criptovalute e a un’apparente mancanza di regolamentazione. Di fatti, circa l’87% del campione è d’accordo nell’affermare che le attività criptovalutarie devono essere più trasparenti, e l’84% pensa che avranno bisogno di qualche tipo di supervisione normativa.

Forse, però, a nuocere al futuro delle raccomandazioni criptovalutarie da parte dei top manager c’è anche il fatto che circa il 70% ha ammesso che la loro azienda ha bisogno di una maggiore formazione sulle attività digitali e sulle criptovalute…

Come investire nelle criptovalute

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che sono interessati a fare trading sulle criptovalute che è possibile investire in questi strumenti finanziari in modo rapido e senza commissioni mediante i servizi di trading CFD dei migliori broker sul mercato come FPMarkets.

L’apertura di un conto di trading è veloce e gratuito. E, per tutti gli investitori che non hanno alcuna praticità in questo ambito, ricordiamo la possibilità di aprire un conto demo che ti permetterà di investire senza rischi, utilizzando un plafond di denaro virtuale che l’operatore ti metterà a disposizione per tutto il tempo che vorrai.

>>> Clicca qui per aprire un conto demo con FPMarkets (sito ufficiale)!

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Risparmio Gestito

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.