Google: Addio alle pagina nelle ricerche

Google rinnova il motore di ricerca
© iStockPhoto

Chi non usa Google per le ricerche? Siete mai andati oltre la prima pagina? L'azienda ha annunciato una importante novità.

Dite la verità, quante volte su Google vi siete fermati ai risultati della prima pagina nella ricerca? Dopo aver esaminato attentamente la situazione, Google ha deciso di intervenire, con un cambiamento radicale quanto importante, a distanza di molti anni dal lancio del motore di ricerca.

Google: Addio alle pagine nelle ricerche

Google ha deciso che la seconda pagina così come le successive non sono più necessarie, il cambiamento per ora riguarda solo gli smartphone, ma in futuro arriverà anche su PC. Stando a delle ricerche sono molti gli utenti che si fermano ai primi risultati piuttosto che proseguire nelle pagine successive, ciò porta inevitabilmente molti blog a non avere traffico e quindi visite da parte degli utenti. 

Forse vi interesserà sapere che esistono dei Trucchi da usare nel motore di ricerca Google.

Come riportato sul blog ufficiale di Google:

 “In Google, esploriamo sempre nuove strade per aiutare le persone a trovare ciò che stanno cercando in modo rapido e semplice. All’inizio di quest’anno, abbiamo lanciato una riprogettazione della pagina dei risultati di ricerca sui dispositivi mobili per un’esperienza più moderna che fosse più semplice da consultare e navigare"

A partire da oggi su Google in Mobile non visualizzerete più le pagine ma i risultati continueranno ad essere proposti automaticamente, man mano che scorrete. Per ora il cambiamento è stato apportato solo negli Stati Uniti, ma l'intento dell'azienda è quello di estenderlo a tutti gli altri paesi in poco tempo.

Se ad esempio cercate un determinato contenuto, invece di sfogliare le altre pagine per vedere se ci sono blog che trattano la medesima tematica in modo più approfondito o differente da quelli della prima pagina, potrete trovarli facilmente scorrendo la medesima, un cambiamento che gioverà indubbiamente anche ai creatori di contenuti che faticano a posizionarsi nella prima pagina di Google.

Certo, il discorso è bene o male lo stesso, molti si soffermeranno solo sui primi 10 o forse 20 risultati, ma il cambiamento porterà sicuramente delle migliorie a chi era posizionato nella seconda, terza o quarta pagina. La modifica è stata apportata per ora solo in Mobile come test, considerando che la maggior parte degli utenti provengono proprio da Android o iOS e utilizzano smartphone o tablet nelle ricerche. Una volta che la novità in questione sarà disponibile anche in Italia, non visualizzerete più i numeri delle pagine ma i risultati verranno mostrati in modo continuo, fino a quando saranno naturalmente disponibili.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato