Il mining delle criptovalute dirottato sulla ricerca di una cura per il coronavirus

Il processo di “mining” delle criptovalute finisce al servizio di una nuova causa, non più la produzione di moneta virtuale quindi, ma la ricerca di una cura o di un vaccino per combattere il Covid-19.

Si passa quindi dall’estrazione di criptovalute alla ricerca, con diverse “farm” che hanno “riconvertito” in funzione dell’emergenza coronavirus. Molte di queste, fino a poche settimane fa, erano impegnate nelle complesse operazioni di calcolo finalizzate alla creazione di criptomoneta, ma ora la loro sterminata potenza di calcolo è stata messa al servizio dei centri di ricerca impegnati nella lotta al Covid-19.

In parole povere è successo che i supercomputer, nati per il “mining” vale a dire per estrarre Bitcoin, Etherium e altre criptovalute, ora lavoreranno per la ricerda di biologi e medici. Inoltre ultimamente le operazioni di “mining” non erano diventate particolarmente convenienti sotto l’aspetto economico.

La prima “farm” a riconvertire è stata quella di CoreWeave, specializzata fino ad ora nell’estrazione di Etherium (ETH). A partire dalla metà di marzo la potenza di calcolo dei supercomputer della CoreWeave è stata spostata sul progetto Folding@Home che al momento può contare su circa 6.000 supercomputer.

Il progetto Folding@Home, nato dall’università di Stanford, è solitamente impegnato nella ricerca medica per malattie come Alzheimer e Aids, ed ora si dedica invece alla ricerca di farmaci potenzialmente efficaci per contrastare il coronavirus.

Al progetto si è unita anche Bitfury, società di sviluppo blockchain che si occupa del “mining” di Bitcoin. Ne ha dato notizia ufficiale la stessa società, affermando di aver messo i propri nodi di elaborazione a disposizione della ricerca farmacologica e medica per il Covid-19.

Anche Tezos ha imboccato la stessa strada. Si tratta di una piattaforma olandese blockchain che ha dirottato una parte della propria potenza di calcolo sul progetto di ricerca di una cura per il coronavirus.

Il risultato? Grazie al contributo delle farm del “mining” delle criptovalute, il profetto di calcolo nell’ambito della ricerca ha raggiunto una potenza di calcolo cumulata pari a 1,5 ExaFLOPS, che equivalgono a 1,5 miliardi di miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo, una capacità di elaborazione enorme che si concentra unicamente sulla ricerca di proteine in grado di contrastare il coronaivurs.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Crypto News: previsioni e ultime dal mondo delle criptovalute

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.