Ethereum 2.0 è online: cosa cambia adesso

Ethereum 2.0 è una realtà. Il lancio, in programma ieri 1 dicembre, non solo si è regolarmente tenuto ma è stato anche un successo. Tutto è andato come previsto: dalle tempistiche dell’operazione fino all’esecuzione delle varie fasi previste dal protocollo. 

Il blocco genesi della Beacon Chain di Ethereum 2.0 ha avuto lo start alle ore 13,00 con l’esecuzione dei primi step dell’operazione. A partire da quel momento tutto è andato come nelle intenzioni degli ideatori e come nelle previsioni della vigilia. Tra l’altro il lancio di ETH 2.0 ha immediatamente registrato un tasso di partecipazione allo staking sufficiente per la finalizzazione stessa della blockchain e di consenguenza è stato subito chiaro che la strada per il lancio di Ethereum 2.0 fosse subito in discesa. 

Questo segnalo è stato immediatamente colto dagli investitori che, già in precedenza, avevano deciso di sfruttare l’evento per fare trading attraverso i CFD. A tal proposito ricordo che per investire in criptovalute con i Contratti per Differenza è sempre consigliabile scegliere solo i migliori broker Forex e CFD. Un esempio che spesso cito è eToro (leggi qui la recensione completa). Il motivo è semplice: il famoso broker multiasset non solo ti offre la demo gratuita per fare pratica ma ti permette anche di copiare dai migliori trader grazie al social trading (anche questo strumento è disponibile in modalità demo). 

Trading CFD su Bitcoin: copia le strategie dei traders più bravi >>> clicca qui

eToro Bitcoin%20%281%29

Che l’operazione sarebbe andata a buon fine lo si è capitpo anche dal tono che il fondatore di ETH Vitalik Buterin ha utilizzato per commentare l’andamento di una operazione che, lo ricordiamo, era attesa da tempo. In un messaggio sul suo profilo di Twitter, Buterin ha affermato, scherzandoci su, che il primo blocco dell’aggiornamento a ETH 2.0 non include alcun messaggi di significativa importanza riguardante grandi passi per l’umanità. Ecco in basso il messaggio originale postato da Buterin. 

Ethereum 2.0: cosa cambia con l’aggiornamento

Considerando che l’aggiornamento è chiuso e che tutto è andato come previsto, è il momento di tirare le somme. La domanda che in tanti si pongono oggi riguarda le conseguenze del lancio di ETH 2.0. Insomma cosa cambia dopo l’aggiornamento a Ethereum 2.0?

La novità più grande riguarda l’introduzione di un sistema di consenso Proof-of-Stake. Fino ad oggi Ethereum è stato basato su un sistema di consenso Proof-of-Work, analogo a quello che caratterizza il Bitcoin. 

Il nuovo sistema PoS ha come obiettivo quello di fornire un metodo che sia più efficiente dal punto di vista energetico con l’obiettivo alzare lo standard di protezione del network. In pratica sarà richiesto ai soggetti validatori di bloccare Ether in un contratto di staking piuttosto che chiedere loro, come avveniva fino a prima dell’aggiornamento, di risolvere enigmi crittografici con conseguente forte consumo di potenza. 

L’aspetto più significativo riguarda il fatto che il lancio di Ethereum 2.0 non implica solo novità immediate ma anche novità potenziali che potrebbero verificarsi nel futuro ed essere sfruttate per fare trading attraverso i CFD (qui il sito ufficiale eToro)

Il passaggio verso la PoS, infatti, apre la via verso l’implementazione di futuri aggiornamenti pianificati. Ad esempio con ETH 2.0 potrebbe essere più semplice un domani eseguire la sharding per migliorare la scalabilità.

Una nota tecnica: gli Ethereum che ad oggi sono in staking, con tutta probabilità, resteranno bloccati fino alla termine della Phase 1.5 di Ethereum 2.0, che è prevista per la fine del 2021 massimo inizio 2022. In questa fase nuova l’attuale mainnet di Ethereum si fonderà con la nuova Beacon Chain e con il sistema di sharding.

Come investire in Ethereum sfruttando ETH 2.0

Ad apprezzare il lancio di Ethereum 2.0 sono stati soprattutto i membri della comunità della finanza decentralizzata. Anche i semplici investitori però, hanno guardato con molto favore al lancio di ETH 2.0 pur non essendo interessati in modo diretto all’operazione ma solo nelle misura in cui fosse possibile sfruttare l’evento per fare trading (qui la demo eToro per investire su ETHUSD con i CFD). 

E’ stata infatti proprio l’attesa per il lancio di ETH 2.0 a spingere in alto il valore di Ethereum nel corso del 2020. Un dato su tutti: il prezzo di Ethereum ha aperto l’anno a quota 130 dollari mentre adesso si muove in area 600 dollari. Vero è che il rally del Bitcoin ha positivamente condizionato tutte le altre altcoin, ma non è mai stato un mistero che l’attesa per il lancio di Ethereum 2.0 fosse un grande catalizzatore. 

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Crypto News: previsioni e ultime dal mondo delle criptovalute

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.