È bastata una timida riapertura del CEO di Tesla, Elon Musk, nei confronti di Bitcoin, per far schizzare i prezzi della criptovaluta del 10% nelle scorse ore. Una ulteriore dimostrazione – caso mai ve ne fosse bisogno – di quanto l’ecosistema delle valute digitali sia suscettibile di andare in fibrillazione nel momento in cui si aprono nuovi spiragli su una maggiore o minore accettazione delle sue punte di diamante.

Ma andiamo con ordine. Il prezzo di Bitcoin è cresciuto nelle ultime ore dopo che Musk ha dichiarato che la propria società potrebbe valutare in futuro di accettare Bitcoin come strumento di pagamento. Nelle ore immediatamente successive all’annuncio le quotazioni di Bitcoin sono salite del 10% sfiorando i 39 mila dollari, e spingendo la crescita dei prezzi di BTC da inizio anno intorno al 30%, pur sempre molto lontano dai quasi 65 mila dollari di aprile.

L’annuncio di Musk è arrivato come una possibile inversione di tendenza rispetto alla narrativa precedente: ricordiamo infatti che Tesla aveva interrotto gli acquisti di auto con Bitcoin a metà maggio, sulla base delle preoccupazioni per l’impatto climatico del mining di criptovalute.

Bitcoin viene infatti estratto con un sistema Proof of work che richiede l’alimentazione costante di potenti computer che – stando agli ultimi dati elaborati dal il Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index – finiscono con l’assorbire più energia della Finlandia, o del Belgio.

Già all’epoca, però, Musk aveva anticipato di essere pronto a tornare sui suoi passi nel caso in cui Bitcoin dimostrasse maggiore attenzione alla sostenibilità energetica. Dunque, in fin dei conti, l’annuncio di Musk è tutt’altro che clamoroso. La vera “novità” è però legata al fatto che il CEO di Tesla ha anche anticipato che riterrà ragionevole accettare nuovamente le transazioni con Bitcoin se “ci sarà la conferma di un ragionevole (~50%) uso di energia pulita da parte dei miner con un trend futuro positivo”. Insomma, per rispettare le ambizioni di Musk bisognerà che l’ecosistema di Bitcoin dimezzi i propri consumi energetici.

Si tratta comunque di un’apertura piuttosto importante e, soprattutto, della dimostrazione che in questo 2021 (e non solo), sono le dichiarazioni di Musk uno dei market mover più importanti per BTC.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.