Cosa sta succedendo al prezzo del Bitcoin nella settimana di metà aprile? Iniziamo da quelli che sono gli attuali valori della criptovaluta regina. Mentre è in corso la redazione del post, il BTC scambia a 39800 dollari, lontanissimo dai 45mila dollari agganciati nel corso della scorsa settimana.

Chi si attendeva una prosecuzione del trend al rialzo, quindi, è rimasto profondamente deluso. Chi invece, fiutando l’imminente cambio di rotta, aveva chiuso le sue posizioni, in questo momento starà festeggiando per l’accuratezza della sua scelta. 

Ritenia stia avvenendo proprio questo, alla luce dell’ampiezza del movimento di ritracciamento che Bitcoin ha messo a segno. In appena 24 ore, infatti, i prezzi hanno perso ben il 17 per cento. Il sell-off ha caratterizzato soprattutto la sessione di lunedì mentre oggi la situazione sembrerebbe essere più calma. Resta il fatto che l’abbattimento dei muro dei 40mila dollari rappresenta un colpo molto duro soprattutto dal punto di vista psicologico. 

Dinanzi ad una situazione simile, la tentazione di comprare approfittando dei prezzi a sconto è molto alta. Non c’è nulla di strano in tutto questo poichè la strategia di sfruttare i ribassi per comprare ciò che era troppo caro fino a poco tempo prima, è uno dei pilastri del trading online. Tra l’altro, da un punto di vista operativo, oggi, rispetto al passato, è anche molto più semplice investire in Bitcoin.

Ci sono infatti broker come ad esempio eToro (leggi qui la recensione completa) che offrono strumenti molto diversificati per operare. eToro, infatti, è exchange con eToroX ma è anche piattaforma CFD (Contratti per Differenza). Operando con questa seconda opzione è possibile utilizzare anche la demo gratuita da 100 mila euro per fare pratica senza rischi. 

Inizia a fare trading su Bitcoin con un broker multifunzionale come eToro>>>scopri qui tutta l’offerta

Prezzo Bitcoin sotto i 40mila dollari: cosa è successo?

Per capire se effettivamente vale la pena comprare a sconto Bitcoin sfruttando il momento, è necessario avere ben presenti quali sono stati i motivi alla base del crollo di BTC. 

Stando a quanto riportato dai siti specializzati, la notizia che i funzionari americani sono riusciti a recuperare la maggior parte del riscatto pagato agli hacker di Colonial Pipeline, avrebbe determinato una serie di speculazioni. Secondo gli esperti non è da esclude che questa mossa possa essere parte integrante di un consolidamento più ampio dopo i valori massimi raggiunti nelle scorse settimane da BTC. 

A prescindere dalle ragioni specifiche che hanno fornito l’appiglio per vendere in modo massiccio e far scivolare i prezzi sotto i 40mila dollari, una cosa è certa: Bitcoin ha ricordato a tutti di essere un asset estremamente volatile. Una caratteristica che, come spesso ricordano gli analisti di eToro, può essere cavalcata per fare trading online nella consapevolezza, però, che la volatilità è si una grande occasione ma al tempo stesso ha un fattore di rischio notevole. 

Impara a fare trading su BTCUSD sfruttando la volatilità>>>clicca qui per avere la demo eToro, è gratis

Cogliamo, quindi, l’occasione per ricordare a tutti i lettori quali sono le ragioni per cui il prezzo del Bitcoin continua ad essere al centro di forti oscillazioni. 

Perchè Bitcoin è volatile

Al di là dei fatti specifici, sono 5 i motivi per cui il prezzo del Bitcoin è intrinsecamente volatile. Nel dettaglio: 

  • il ruolo del sentiment di mercato
  • la limitatezza dell’offerta: rispetto alle altre valute flat, le quotazioni di Bitcoin, potenzialmente, dovrebbero essere destinate a salire visto che la quantità finale di BTC che alla fine sarà in circolazione è comunque circoscritta
  • l’assenza di gestione governativa: il Bitcoin non è governato nè dai governi e nè dalle banche centrali. Al contrario delle valute flat, BTC è del tutto autonomo
  • il ruolo della speculazione: i prezzi del BTC possono registrare flessioni improvvise a causa della formazione di cicli. Chi decide di comprare Bitcoin è perchè ha fiducia nella criptovaluta mentre chi vende è perchè non trova più elementi a supporto di una crescita della diffusione
  • le caratteristiche degli investitori: fare trading su Bitcoin (qui il sito ufficiale eToro) è alla portata di tutti. Ciò rende i prezzi più sensibili e non fa altro che favorire la volatilità la quale, come in un circolo vizioso, non fa altro che attrarre altri investitori. 

Queste, in sintesi, sono le 5 ragioni per cui la quotazione Bitcoin è così volatile. Un utile promemoria da tener ben presente prima di iniziare ad operare. 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.