Borsainside.com

Detrazioni fiscali per chi investe in startup: a che punto siamo?

startup

Il MiSE fa il punto sul promesso incremento delle detrazioni fiscali per gli impieghi in startup.

Il Ministero dello Sviluppo Economico aveva proposto un incremento delle detrazioni / deduzioni per chi investe in startup, dal 30% al 40%. Un buon passo in avanti che, apparentemente, potrebbe essere una delle determinanti che hanno visto la crescita del fintech in Italia negli ultimi tempi ma… è davvero così?

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Il bonus fiscale al 40%

In realtà le cose sembrano essere un po’ più complicate, visto e considerato che la detrazione / deduzione al 40% fa riferimento agli investimenti in startup e finanziamenti mediante equity crowdfunding, solamente per il 2019, e sotto forma di detrazione IRPEF per le persone fisiche e di deduzione IRES per le società.

Tuttavia, il bonus fiscale al 40% è per il momento rimasto solo in linea teorica, perché la novità non è mai stata applicata. L’aumento dal 30% al 40% deve infatti ottenere l’approvazione della Commissione Europea…

Novità per il 2020?

Dunque, considerato che il 2019 è oramai in procinto di concludersi, giova guardare con rinnovato ottimismo al 2020, anno in cui però l’esecutivo dovrà rompere ogni indugio e fare chiarezza su un tema preannunciato ma mai conseguito o consolidato.

Per il momento, il MiSE si è limitato a rispondere a una domanda esplicita da parte di un noto portale di equity crowdfunding, formulando il seguente riscontro:

Le modifiche introdotte dal comma 218 dell’articolo 1 della Legge di Bilancio 2019 presentano taluni limiti in termini di compatibilità con la normativa sugli aiuti della UE. Pertanto, il Governo ha ritenuto di non procedere con la notifica comunitaria della norma, anche in considerazione del fatto che la validità della stessa è limitata all’annualità 2019. Di conseguenza, non si dispone della autorizzazione della Commissione europea e quindi le agevolazioni non possono essere applicate”.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS