Borsainside.com

Poste Italiane, nuovi servizi Fintech grazie alla startup Tink

tink

Ecco le mire di Tink per il mercato italiano, e cosa potrebbe cambiare nel prossimo futuro.

Poste Italiane ha affermato di essere entrata nel capitale della startup svedese Tink, società specializzata in servizi relativi ai dati finanziari. L’obiettivo di tale impiego è, evidentemente, incrementare i servizi finanziari e digitali. Ma come?

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

Chi è Tink

Tink è società attualmente operativa in alcuni dei più importanti mercati europei (Regno Unito, Germania, Spagna, Italia, Portogallo, Svezia, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Belgio, Austria, Paesi Bassi e Francia) attraverso una serie di servizi che puntano a rendere disponibili a banche e startup soluzioni per lo sviluppo di servizi finanziari basati sui dati.

In altri termini, grazie a tali soluzioni, i clienti degli intermediari finanziari possono effettuare pagamenti e altre transazioni, così come gestire i propri soldi, in maniera più dinamica, innovativa ed efficace.

Gli obiettivi di Tink

Anche grazie all’ingresso di Poste Italiane, e altri operatori internazionali, nel proprio capitale, Tink vuole raggiungere l’obiettivo di breve termine di costruire la propria piattaforma con più connessioni bancarie, e aumentare la propria offerta di prodotti.

L’obiettivo finale, di medio termine, come confermato dal CEO e co-fondatore Daniel Kjellen, è quello di diventare il fornitore paneuropeo preferito di servizi bancari digitali e aumentare così la propria presenza in tutta la regione.

In una recente intervista, il top manager della compagnia ha in merito precisato che Tink è già cresciuta in maniera significativa, con il lancio della piattaforma in alcuni mercati chiave, come ‘Italia. La piattaforma bancaria open è attualmente presente in oltre 12 territori nel vecchio Continente, collegando oltre 2.500 banche e più di 250 milioni di clienti bancari in Europa.

La raccolta fondi delle scorse settimane, cui ha partecipato Poste Italiane, segue quella di 56 milioni di euro di febbraio 2019, ed è la più grande mai realizzata da Tink, a conferma dell’ottimo trend di sviluppo che la startup svedese sta consolidando.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS