Skin ADV

Mepa: Mercato elettronico P.A.: Cos'è? Come funziona? Registrazione - Vantaggi fornitori MePA

MePa Mercato elettronico
MePa Mercato elettronico

Cos'è il Mepa e come funzionano gli acquisti in rete della PA. Abilitazione fornitori MePa, Vantaggi Consip iscrizione e requisiti

Il MePA Consip è l’acronimo di Mercato elettronico della Pubblica amministrazione che mette in contatto le pubbliche amministrazioni con i fornitori di beni e servizi privati ci cui ha bisogno la P.A. Se vuoi avere notizie in merito a cos’è il MePA e a come fare per accedere, non perderti questa nostra guida.

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Tratteremo dei servizi che esso offre e ti spiegheremo in modo semplice e facile a cosa serve e chi può utilizzarlo. Prima di fare questo, però, ti spiegheremo anche come avviare la procedura di registrazione, quelli che sono i costi del servizio ed eventuali requisiti necessari per accedere. Per far questo ovviamente pè necessario possedere anche delle abilitazioni.

MePA Consip: cos’è e come funziona?

Con il termine MePA viene indicato il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, un mercato virtuale all’interno del quale giornalmente tute le pubbliche amministrazioni e le imprese private (registrate) si incontrano al fine di soddisfare le reciproche esigenze di compravendita.

Come per un qualsiasi altro mercato reale, trasparenza e concorrenza rappresentano gli elementi cardini delle contrattazioni.

All’interno del MePA tutte le imprese che sono abilitate offrono un catalogo inerente ai loro prodotti e ai loro servizi che offrono e che possono essere utilizzate dalla P.A.

Il catalogo è anche visibili alle altre aziende. Tramite questo catalogo è possibile conoscere i prezzi di tutte le aziende e scegliere l’azienda che offre lo stesso bene ad un prezzo minore. E’ possibile anche scegliere le condizioni migliori di acquisto che sono praticate dai venditori.

Tutte le imprese offrono prodotti e i servizi, in una moltitudine illimitata; possono decidere di metterne in mostra solo uno o decidere a quale potenziale cliente offrire i propri prodotti e servizi.

Se non sei abilitato non è possibile ricevere ordini e contatti da parte delle amministrazioni pubbliche di tutta Italia.

Affinché le amministrazioni pubbliche posano acquistare dai loro potenziali clienti, devono sempre e comunque rispettare le norme di legge in materia di affidamento di appalti pubblici. La validità del contratto stipulato viene attribuita tramite firma digitale, la quale conferisce valore legale a tutti i documenti che sono scambiati tra P.A. e fornitori.

Mercato elettronico pubblica amministrazione MePA: quando nasce?

La nascita del sistema MePA è collegato al DPR 101/2002.

La norma disciplina la possibilità per tutti gli enti pubblici di attivare delle procedure telematiche per l’acquisizione di beni e servizi, che non superano la soglia di rilievo comunitario, al di sopra delle quali si deve procedere tramite Gare Telematiche.

Il Mercato Elettronico Consip è stato sperimentato dapprima in via sperimentale in concomitanza con il Ministero dell’Economia e Finanze.

Oggi il MePA, è disciplinato dagli artt. 328, 332, 335 e 336 in materia di regolamentazione ed attuazione del Codice degli Appalti, secondo quanto previsto dal (d.p.r. 5 ottobre 2010 n. 207 che disciplina il regolamento di esecuzione e di attuazione decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163”).

MePA Consip – acquisti in rete: quale gli obbiettivi preposti?

L’obbiettivo principale del MePA è quello di offrire alle amministrazioni pubbliche servizi e beni ad un prezzo concorrenziale, con lo scopo di razionalizzare la spesa pubblica per beni e servizi affidato a Consip.

Attraverso il sistema MePA, infatti, è stato reso possibile concepire un nuovo modo di scambio d’informazioni e di relazione commerciale negli appalti pubblici.

Accedere è semplice e veloce!

Basta possedere un computer connesso ad internet e la propria firma digitale; in questo modo, le amministrazioni possono accedere alla propria area riservata tramite il sito www.acquistinretepa.it

Grazie a questo sistema è possibile sfruttare le funzionalità del sistema elettronico imperniato sulla compravendita emettendo:

  • ordini d’acquisto;
  • richieste d’offerta;

nei confronti dei fornitori abilitati, i quali attraverso i loro cataloghi offrono i propri servizi e beni.

Tutto questo è possibile farlo con le funzionalità del sistema e-commerce, grazie alla quale è possibile effettuare ordini d’acquisto e richiedere offerte verso fornitori abilitati.

MePA Login: perché iscriversi?

Iscrivendosi al MePA è possibile acquistare e fornire prodotti e servizi all’interno del Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione.

Tramite la registrazione tutti i fornitori possono sfruttare tantissimi vantaggi, come ad esempio la negoziazione online della vendita o dell’acquisto di servizi e prodotti utilizzando semplicemente la firma digitale.

Se non si è registrati non è possibile accedere ai bandi indetti dalla Pubblica Amministrazione.

Al fine di accedere al servizio MePA, bisogna possedere determinati requisiti e seguire dei passaggi obbligatori per la registrazione.

Grazie alla registrazione, tutti i clienti sono considerati come fornitore libero; possono scegliere beni e servizi da offrire come anche sfruttare gli appalti pubblici, intraprendere relazioni commerciali e processi d’acquisto, tra le amministrazioni pubbliche e le diverse imprese.

Registrazione Mepa: Giuda all’iscrizione

Iscriversi al portale MePA è semplice e veloce. Tutto quello che devi fare è seguire i passaggi di seguito riportati.

Un requisiti essenziale per potersi registrare è il possesso (da parte dell’azienda) dell’oggetto sociale abbinato a quello di uno dei bandi del Mercato Elettronico pubblicati all’interno del Portale degli Acquisti in rete PA.

E’ inoltre indispensabile per l’azienda essere iscritti alla Camera di Commercio.

Come effettuare la registrazione?

A questo punto passiamo a vedere come effettuare la registrazione.

Per registrarsi al MePA e quindi acquistare e/o vendere all’interno del Programma di razionalizzazione degli acquisti nella PA, bisogna seguire la seguente procedura.

Effettuare la Registrazione Base che riguarda l’inserimento dei dati personali.

In questa sezione dovrete inserire i vostri dati personali e selezionare la PA o l’impresa di vostra appartenenza.

Terminato questo passaggio otterrete username e password, indispensabili per accedere alla fase successiva ovvero alla fase di abilitazione e accedere all’area personale.

L’abilitazione riguarda i dato aziendali e permette di fare acquisti come Pubblica Amministrazione o di vendere i prodotti alla PA come impresa. E’ possibile anche accedere al servizio dell’Agenzia Riscossione (ex equitalia) per verificare degli inadempimenti.

Terminate queste 2 procedure, è possibile passare alla fase successiva.

Inserendo nome utente e password è possibile accedere all’interno della propria area riservata per indicare il ruolo con il quale si intende operare all’interno del sistema, e/o fornire informazioni aggiuntive.

Ora, dovete attendere l’esito dell’attività di verifica.

Se avete attivato il servizio come amministratori, potrete anche abilitarvi come:

  • punto Ordinante;
  • punto Istruttore;
  • operatore di verifica inadempimenti.

Se avete attivato il servizio come impresa, come rappresentante Legale, potete attivare i seguenti servizi:

  • Operatore delegato.

Qualunque sia la modalità prescelta è necessario essere in possesso di:

  • una firma digitale, ovvero una chiavetta USB o una smart card che contiene i dati del Legale Rappresentante;
  • il software necessario a utilizzare la firma digitale.

Catalogo MePa – elenco fornitori iscritti al MePA

Una volta esplicata la procedura di registrazione si deve passare alla fase di abilitazione.

Di seguito vi illustreremo i passaggi da compiere per l’abilitazione al Mercato Elettronico della pubblica amministrazione.

Effettuando la registrazione, dovrete inserire il catalogo MePA che non può essere vuoto e deve contenere almeno un prodotto/servizio. Questo deve essere attinente agli attributi comuni e specifici previsti dal Capitolato tecnico allegato al Bando.

Tutte le aziende devono comunicare:

  • dati identificativi;
  • sede legale;
  • dati del registro imprese;
  • situazione personale rilevante ai fini della partecipazione rilevabili tramite Visura Camerale, DURC.

In seguito devono attendere l’elaborazione del file automatico; questo file contiene un documento di abilitazione in formato PDF che dovrà essere sottoscritto con apposita firma digitale e scaricato.

Successivamente si deve inviare i documenti inerenti alla domanda al sistema MePa. Terminata la procedura di registrazione, si deve cliccare su INVIO, inviando in questo modo la richiesta di abilitazione al portale direttamente a Consip.

Terminati questi passaggi, dovete attendere l’inoltro da parte del sistema della procedura di abilitazione. Questa vi conferma anche la corretta registrazione.

Mercato elettronico Pubblica Amministrazione: a cosa serve? Vantaggi per le imprese

  • semplificazione delle procedure di acquisto;
  • riduzione dei tempi di processo;
  • eliminazione delle verifiche sui fornitori su requisiti professionali ed economici/finanziari effettuati da Consip;
  • semplificazione dell’analisi di mercato e comparazione delle offerte;
  • riduzione dei costi e dei tempi di comunicazione con i fornitori;
  • risparmi di tempo per la definizione delle caratteristiche tecniche e delle condizioni particolari di fornitura grazie alla documentazione dei bandi già predisposti;
  • possibilità di dedicarsi ad attività a più alto valore aggiunto;
  • spinta ai cambiamenti organizzativi e culturali;
  • contribuisce a scardinare l’approccio di tipo burocratico/amministrativo, favorendo una gestione più efficace dei processi di approvvigionamento;
  • favorisce la propensione ad utilizzare altri strumenti come gare telematiche, negozi elettronici;
  • contribuisce alla crescita professionale delle persone coinvolte;
  • garanzia di trasparenza e maggior controllo della spesa grazie alla tracciabilità degli acquisti;
  • estensione della base dei fornitori e riduzione dei prezzi di acquisto;
  • attivazione di un nuovo canale di relazione commerciale con la PA, a costi contenuti data la gratuità della partecipazione al Mercato Elettronico;
  • ampliamento del mercato potenziale nell’ambito della PA e della visibilità della propria offerta e rafforzamento della presenza a livello territoriale;
  • recupero di competitività legato alla localizzazione e/o alla specializzazione dell’offerta e possibilità di evidenziare il “valore aggiunto” per le Piccole e Medie imprese;
  • diminuzione dei tempi e dei costi di vendita derivante dalla riduzione dei costi di intermediazione e di gestione del processo di vendita;
  • sensibile riduzione della documentazione da presentare per ogni gara;
  • procedura snellezza e veloce;
  • chiarezza e completezza della documentazione di bando già predisposto;
  • garanzia di maggior trasparenza nelle procedure di gara grazie anche ad una autoregolamentazione spontanea dell’offerta in cui “tutti vedono e si confrontano con tutti”;
  • aggiornamento della propria offerta grazie al dinamismo dei cataloghi che permette di attuare delle specifiche strategie commerciali volte ad esempio a smaltire overstock o saturare la propria capacità produttiva.

Tommaso Piccinni ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro