Skin ADV

Modello Intrastat: come e quando presentarlo?

Modello Intrastat
Modello Intrastat

come e quando presentare il modello Intrastat? Scoprilo di seguito in questa guida con tutti i dettagli e le caratteristiche dei modelli e dei soggetti obbligati

Tutti i soggetti passivi Iva, con particolare riferimento alle operazioni intracomunitarie devono presentare:

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

  • Un elenco riepilogativo di tutte le seguenti categorie di operazioni effettuate nei confronti di soggetti passivi che hanno la loro sede all’interno di uno Stato membro della Comunità europea.

Tutti questi soggetti passivi, sono obbligati a:

  • Effettuare la cessione intracomunitaria di beni comunitari;
  • Comunicare tutte le prestazioni di servizi diverse da quelle oggetto di specifiche deroghe in tema di territorialità (articoli 7-quater e 7-quinquies del Dpr n. 633/1972);
  • Effettuare la comunicazione di un elenco riepilogativo delle seguenti categorie di operazioni acquisite presso soggetti passivi che sono stabiliti in un altro Stato membro della Comunità europea:
    • acquisti intracomunitari di beni comunitari;
    • prestazioni di servizi (articolo 7-ter del Dpr n. 633/1972).

Tutti gli elenchi riepilogativi devono essere presentati all’Agenzia delle Dogane. Devono essere presentate per mezzo di una comunicazione in via telematica entro il giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento.

Tutti i soggetti che sono in possesso dell’abilitazione ai servizi telematici Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate possono utilizzare uno di questi canali al fine di trasmettere gli elenchi Intrastat.

Notate bene che la trasmissione può essere effettuata direttamente o indirettamente. Direttamente dai contribuenti; indirettamente dagli intermediari abilitati.

Ciascun elenco riepilogativo deve essere presentato tenendo presente i seguenti limiti e indicazioni:

  • periodi trimestrali

se il contribuente ha effettuato operazioni, nei 4 trimestri precedenti e per ciascuna delle seguenti categoria di operazioni, con un ammontare totale trimestrale non superiore a 50.000 euro.

  • periodi mensili

nel caso in cui il contribuente non è nelle condizioni di rispettare le limitazioni e i vincoli imposti al precedente punto.

  • trimestralmente

nel caso in cui si parla di soggetti che hanno iniziato la loro attività da meno di 4 trimestri. In questo caso, si presentano gli elenchi trimestralmente. Per poter adempiere a questo, il soggetto nei trimestri già trascorsi, si deve trovare nelle condizioni indicata al primo punto. Infine, notate bene che tutti i soggetti tenuti alla presentazione trimestrale dell’elenco, possono scegliere di adottare la periodicità mensile per tutto l’intero anno solare.

Nel caso in cui i contribuenti che presentano un elenco riepilogativo trimestralmente, se soggetti ad un superamento della soglia imposta pari a 50.000 euro, sono obbligati ad effettuare la comunicazione mensilmente e non trimestralmente a partire dal mese successivo a quello in cui il limite viene superato.

Tenendo presente tutto questo, nel caso di periodi mensili già trascorsi, si deve presentare un elenco riepilogativo opportunamente contrassegnato.

riepigogando possiamo dire che tutte le operazioni intracomunitarie, devono essere comunicate all'Agenzia delle Dogane esclusivamente per mezzo dei modelli INTRASTAT, nati con fini di controllo e statistici.

Questa comunicazione non ha subito modifiche in seguito all'introduzione dell'obbligo generalizzato della fattura elettronica che ha preso il via il 1° gennaio 2019.

L'entrata in vigore dell'esterometro invece aveva fatto ben sperare nel fatto che la comunicazione INTRA fosse superata. Ancora oggi però ci si vede costretti ad inviare tale comunicazione. Pertanto, in linea generale, tutti i modelli Intra devono essere presentati dai soggetti passivi IVA esclusivamente per le seguenti operazioni:

  • compravendita di beni e servizi nei confronti di soggetti passivi IVA stabiliti in un altro Stato appartenente all'Unione Europea;
  • acquisite presso soggetti passivi IVA stabiliti in un altro Stato UE.

Tutti i modelli devono essere presentati esclusivamente per via telematica. La periodicità varia in base al superamento di determinate soglie che sono state innalzate dal 1°gennaio 2018 secondo quanto disposto in tabella.

Soglie modelli INTRA 2019

Modello

Motivo

Tipologia

Obbligo presentazione a fini fiscali

Obbligo presentazione a fini statistici

MODELLI INTRA-2 bis

acquisto beni intracomunitari

mensile: se in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l'importo è stato pari o superiore a 200.000 euro

no

si

trimestrale: se nei 4 trimestri precedenti l'importo è stato inferiore a 200.000 euro

no

no

MODELLI INTRA-2 quater

servizi intracomunitari ricevuti

mensile: se in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l'importo è stato pari o superiore a 100.000 euro

no

si

trimestrale: se nei 4 trimestri precedenti l'importo è stato inferiore a 100.000

no

no

MODELLI INTRA-1bis

cessioni intracomunitarie di beni

mensile: se in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l'importo è stato pari o superiore a 50.000

si

no

trimestrale: se nei 4 trimestri precedenti l'importo è stato inferiore 50.000

si

no

MODELLI INTRA-1 quater

servizi intracomunitari resi

mensile: se in almeno uno dei 4 trimestri precedenti l'importo è stato pari o superiore a 50.000

si

si

trimestrale: se nei 4 trimestri precedenti l'importo è stato inferiore 50.000

si

si

iQOption
Tommaso Piccinni ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro