Borsainside.com

Inps: nuovi incentivi per le assunzioni con Io Lavoro, chi sono i beneficiari per contratti a tempo indeterminato

Inps: nuovi incentivi per le assunzioni con Io Lavoro, chi sono i beneficiari per contratti a tempo indeterminato

Con Io Lavoro l'Inps mette in campo un piano per contratti di lavoro a tempo indeterminati con sgravi contributivi fino al 100% per i datori di lavoro

Il piano per le assunzioni a tempo indeterminato avviato dall'Inps e valido fino al 31 dicembre 2020, permette ai datori di lavoro di assumere con sgravi fiscali fino al 100%. Si tratta di uno strumento che dovrebbe contribuire a rilanciare il lavoro all'indomani del lockdown, in una fase che peraltro visto l'andamento della curva dei contagi, rischia di peggiorare ulteriormente nelle prossime settimane.

Tra le misure che l'esecutivo ha deciso di adottare a sostegno di imprese e lavoratori vi è dunque anche Io Lavoro, un progetto del quale potranno beneficiare diversi lavoratori e datori di lavoro, con il risultato di spingere l'economia nazionale.

Cos'è Io Lavoro, il piano di incentivi per assunzioni a tempo indeterminato

Si tratta di un bonus destinato alle imprese che assumono, un piano di incentivi sul comparto lavro avviato dall'Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL). Nel progetto rientrano assunzioni a tempo indeterminato e agevolazioni contributive con un esonero totale sui versamenti contributivi fino ad un massimo di 8.060 euro all'anno.

Il piano avrà un'ampia platea di datori di lavori, includendo tutti quelli che provvederanno ad inquadrare i lavoratori disoccupati facendo sottoscrivere loro un contratto a tempo indeterminato.

Si tratta inoltre di un'agevolazione cumulabile con altri tipi di incentivi, tra i quali quello destinato a chi assume persone che percepiscono il Reddito di Cittadinanza.

A definire i dettagli del progetto "Io Lavoro" è la stessa INPS con la circolare n. 124 del 26 ottobre 2020, nella quale vengono chiariti i criteri e le modalità con le quali si potrà accedere agli incentivi previsti dal piano.

Grazie ad Io Lavoro le imprese si troveranno alleggerite del peso degli oneri contributivi obbligatori per i datori di lavoro del comparto privato, con incentivi che saranno accessibili fin da subito. Per fruire di questa misure il titolare dell'impresa che intende assumere dei lavoratori offrendo contratti a tempo indeterminato non deve far altro che accedere al portale Inps.

Il programma punta in particolare sulle assunzioni di personale giovane a partire dai 16 anni di età fino ai 25. Con il decreto n. 52/2020, l'ANPAL ha disposto l'assegnazione degli aiuti fino ad un massimo di 8.060 euro all'anno, rigorosamente destinati a quei datori di lavoro che assumono disoccupati offrendo un contratto a tempo indeterminato nel periodo che va dal 1° gennaio fino al 31 dicembre 2020.

Io Lavoro INPS, a chi è destinato il piano di incentivi per assunzioni a tempo indeterminato

Il piano Io Lavoro dell'INPS è destinato alle imprese situate su tutto il territorio nazionale, che potranno assumere disoccupati usufruendo di importanti sgravi fiscali. Le assunzioni devono rientrare nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, e possono riguarda solo disoccupati che vengono assunti a tempo indeterminato in possesso dei seguenti requisiti.

  • Devono essere giovani disoccupati con una età anagrafica compresa tra i 16 e i 24 anni
  • Possono avere dai 25 anni in su a patto che siano disoccupati e senza lavoro remunerato da almeno 6 mesi

Tra le condizioni per poter usufruire degli sgravi contributivi previsti da Io Lavoro non deve esserci alcun rapporto di lavoro tra il datore di lavoro e il lavoratore, e deve sussistere il requisito della mancata retribuzione del nuovo assunto per un periodo di almeno 6 mesi.

Cosa dice la circolare INPS n. 124 del 26 ottobre 2020 in merito al progetto Io Lavoro

Nella circolare dell'Inps n. 124 del 26 ottobre 2020 viene specificato che lo sgravio contributivo al 100% per le aziende che assumono, viene assegnato solo se il datore assume lavoratori disoccupati inquadrandoli con:

  • contratto a tempo indeterminato, previsto anche per la somministrazione
  • rapporto di lavoro per apprendistato professionalizzante
  • rapporto di lavoro subordinato, associati cooperative

Sono da ritenersi altresì validi, al fine del riconoscimento dello sgravio contributivo, i contratti a tempo parziale, e i contratti a tempo indeterminato che sostituiscono un precedente contratto a tempo determinato.

Ci sono poi alcune eccezioni, infatti sono esclusi dal bonus INPS "Io Lavoro" i lavoratori domestici, i lavoratori occasionali e intermittenti, nonché i contratti di apprendistato quali diploma professionale, secondario superiore, e tutte le specializzazioni.

Inps "Io lavoro" come funziona l'esenzione e come fare per presentare domanda

Il piano Io Lavoro dell'Inps permette di applicare uno sgravio del versamento contributivo al datore di lavoro che assume con contratto a tempo indeterminato un disoccupato. Il datore di lavoro all'atto pratica ottiene la dispensa del pagamento dei premi contributivi nella misura del 100%.

Il massimo importo per il quale può essere esonerato è fissato a 8.060 euro annui, per un valore massimo della dispensa di contribuzione che su base mensile si attesta sui 671,66 euro. Incentivo che però finisce per risultare più basso nel caso di assunzioni di lavoratori con contratto part time.

Ma cosa deve fare il datore di lavoro che intende usufruire degli sgravi fiscali previsti da Io Lavoro? La prima cosa da fare è presentare due istanze attraverso i canali telematici dell'Inps.

È possibile trovare il modulo da inviare all'Inps direttamente nella sezione dedicata a "Io Lavoro". Nei campi da compilare dovranno essere tra le altre cose indicate:

  • la regione e la provincia in cui si svolge la prestazione lavorativa
  • la retribuzione media con l'indicazione dell'importo, comprensivo di tredicesima e quattordicesima
  • l'aliquota contributiva

Starà poi all'Inps provvedere a verificare la correttezza delle informazioni fornite e la validità della domanda, dopodiché una volta accertata la disponibilità delle risorse l'Istituto accoglierà la richiesta secondo l'ordine cronologico in cui le domande sono state presentate.

Le domande che non vengono accolte ma che risultano soddisfare comunque i requisiti non vengono cestinate, ma verranno temporaneamente messe da parte in ordine provvisorio nell'attesa di poter accedere alle risorse necessarie perché vengano accolte. L'accettazione di queste domande dovrebbe poi avvenire successivamente in forma automatica.

Una volta che la domanda viene accolta dall'Inps, il datore di lavoro dovrà inoltrare il secondo modulo con il quale comunica all'Istituto la conferma dell'avvenuta assunzione, entro 10 giorni dalla data in cui la domanda è stata accolta. L'incentivo riconosciuto al datore di lavoro potrà poi essere utilizzato entro e non oltre il 28 febbraio 2022.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS