Bonus Inps: per il 2021 confermato il bonus da 1.200 euro, il pagamento è in arrivo in questi giorni

Per il mese di marzo 2021 sono previsti i pagamenti relativi a diversi bonus INPS confermati dalla nuova legge di bilancio. Tra questi ricordiamo il bonus Irpef, che è destinato a tutti i lavoratori dipendenti ma anche ai disoccupati che percepiscono la Naspi, per i quali il pagamento si avvicina essendo previsto a partire dal 23 marzo.

Il bonus Irpef ha sostituito a partire dal 1° luglio 2020 il bonus da 80 euro di Renzi, il che significa che per l’anno scorso questo nuovo bonus introdotto dal governo Conte ha raggiunto la sua platea di beneficiari con un accredito complessivo che è stato di fino a 600 euro.

Per il 2021 il bonus Irpef viene riconosciuto fin dall’inizio dell’anno, il che significa che permetterà ai beneficiari di ricevere l’accredito di fino a 1.200 euro entro la fine dell’anno.

Ma a chi spetta il bonus Irpef? Possono ricevere il trattamento integrativo accreditato generalmente in busta paga le seguenti categorie di lavoratori:

  • dipendenti del settore pubblico e privato
  • lavoratori in cassa integrazione
  • lavoratori con contratti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.)
  • che svolgono lavori socialmente utili

Possono inoltre ricevere il bonus Irpef 2021 erogato direttamente dall’INPS anche le seguenti categorie:

  • sacerdoti
  • soci delle cooperative
  • soggetti che percepiscono l’indennità di maternità
  • soggetti che percepiscono somme da chiunque corrisposte a titolo di borsa di studio, premio o sussidio per fini di studio o addestramento professionale.

Chi può ricevere il bonus Irpef da 1.200 euro?

Abbiamo già parlato approfonditamente del bonus Irpef derivante dal taglio del cuneo fiscale, ma ora vediamo in breve quali sono le sue caratteristiche a grossi tratti, e quali le condizioni per poterne beneficiare.

Possono ricevere il bonus Irpef da 100 euro al mese i soggetti con un reddito annuo derivante da lavoro dipendente compreso tra 8.174 e 28.000 euro.

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 29 del 14 dicembre 2020, ha inoltre spiegato che il bonus Irpef viene riconosciuto a patto che il contribuente abbia un’imposta lorda di ammontare superiore alle detrazioni da lavoro lordo spettanti.

A partire dal mese di febbraio 2021 inoltre il bonus Irpef da 100 euro viene accreditato anche a coloro che percepiscono l’indennità di disoccupazione Naspi come disposto dalla Legge di Bilancio. Sia per i lavoratori dipendenti che per i percettori della Naspi comunque non c’è da presentare alcuna domanda per poter ricevere il bonus.

Il bonus Irpef da 100 euro viene infatti erogato in maniera automatica a coloro che ne hanno i requisiti, tuttavia tra le due categorie di beneficiari vi sono alcune differenze per quel che riguarda le modalità con cui il bonus viene erogato.

I lavoratori dipendenti ricevono il bonus mensilmente direttamente in busta paga, il che significa che la data di accredito del bonus coincide con quella in cui avviene l’accredito dello stipendio mensile.

Per i disoccupati che percepiscono la Naspi invece il pagamento dell’indennità di disoccupazione e quello del bonus da 100 euro sono separati. Il bonus Irpef in questo caso viene erogato generalmente alcuni giorni dopo l’accredito della disoccupazione, ma comunque sempre sul conto corrente indicato all’atto di presentazione della domanda per la Naspi.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Fisco

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.