Cashback di Natale, ultimi aggiornamenti sui reclami: i pagamenti arriveranno entro giugno 2021

I cittadini che non hanno ancora ricevuto il rimborso previsto dal Cashback di Natale dovranno aspettare ancora qualche settimana, ma entro la fine del mese di giugno anche gli ultimi pagamenti dovrebbero essere stati inviati ai rispettivi beneficiari.

È questo quanto riferito dalla CONSAP nel comunicato pubblicato qualche giorno fa per quel che riguarda lo stato dei reclami sui mancati pagamenti dei rimborsi previsti nell’ambito del cashback di Natale.

Quel che è accaduto è che alcuni problemi tecnici riscontrati dalla CONSAP hanno impedito di fatto la tempestiva trasmissione dei dati relativi al periodo sperimentale del meccanismo del Cashback di Stato, passato sotto il nome di Cashback di Natale appunto. Questo ha provocato di conseguenza uno slittamento dell’analisi delle istanze di reclamo.

Cashback di Natale: il pagamento dei rimborsi arriverà entro giugno 2021

Manca un mese e mezzo al massimo, dopodiché tutti i pagamenti ancora mancanti dovrebbero essere stati inoltrati ai rispettivi beneficiari. Questo quanto si evince dal comunicato stampa di CONSAP del 10 maggio.

Il comunicato fornisce infatti importanti aggiornamenti che riguardano i pagamenti mancanti dei rimborsi previsti dal Cashback di Natale. Un ritardo tutt’altro che irrilevante se si tiene conto del fatto che i contribuenti che ancora non hanno ricevuto il famoso cashback, stanno aspettando il pagamento per spese sostenute nel periodo compreso tra il giorno 8 e il 31 dicembre 2020.

Alla fine questi pagamenti arriveranno con fino ad oltre sei mesi di ritardo a causa di alcune “anomalie tecniche” che hanno causato ritardi nella trasmissione dei dati degli acquisti effettuti in quel periodo. A giustificazione di questi intoppi tecnici il fatto che il cashback di Natale fosse effettivamente il periodo di prova di un meccanismo poi partito a pieno regime con l’arrivo del nuovo anno e tuttora in corso.

Cosa bisogna fare per ottenere il rimborso? Non occorre inviare altri reclami

È la CONSAP ad occuparsi sia della gestione dei reclami che dell’erogazione dei pagamenti relativi al Cashback di Natale. Ed è proprio la CONSAP ad assicurare che la liquidazione dei rimborsi è tuttora in corso e che entro la fine del mese di giugno prossimo tutte le istanze di reclamo ed eventuali pagamenti in coda verranno smaltiti.

Se dovessero verificarsi ulteriori ritardi sarà premura della CONSAP avvisare gli utenti con un nuovo comunicato stampa che verrà eventualmente pubblicato sul sito ufficiale. Nel frattempo conferma che per ottenere i rimborsi maturati nell’ambito del Cashback di Natale non occorre inviare ulteriori reclami.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Fisco

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.