Bollo auto 2022, niente più sospensioni o proroghe. Ecco quali sono le date per pagare il bollo

Con il nuovo anno i cittadini italiani restano ancora ‘intrappolati’ nello stato di emergenza, ma sotto alcuni aspetti una sorta di ‘ritorno alla normalità’ è previsto, infatti non vi saranno ulteriori sospensioni o proroghe per quel che riguarda il pagamento del bollo auto.

Le date per l’appuntamento con il fisco ed in particolare con la tassa automobilistica tornano ad essere quelle di sempre, ma cerchiamo di capire esattamente quando e come si pagherà il bollo auto nel 2022.

Nessuna ulteriore sospensione del pagamento del bollo auto

Per il 2020 e per il 2021 le amministrazioni locali di tutto il Paese hanno provveduto ad introdurre alcune proroghe che riguardavano una serie di scadenze fiscali tra cui anche il pagamento del bollo auto. Tali proroghe e sospensioni dei pagamenti si collocavano nella logica dell’emergenza sanitaria con una duplice funzione.

Da una parte si poneva l’esigenza di ridurre le spese che le famiglie si trovavano a sostenere in un contesto nel quale molto spesso non era possibile contare sulle proprie entrate mensili abituali vista la chiusura forzata di alcune attività e le varie limitazioni agli spostamenti che di fatto rendevano impossibile svolgere una lunga serie di lavori e professioni.

D’altro canto si rendeva necessario sospendere alcuni pagamenti, come quello del bollo auto, per una questione di natura puramente pratica. In questo modo si evitava infatti che i contribuenti che si trovavano a far fronte alle varie scadenze si riversassero in massa presso gli uffici pubblici creando inevitabili assembramenti e rallentamenti nelle operazioni di pagamento.

Bollo auto 2022: quali sono le date delle scadenze

A partire dal 2022, con il netto miglioramento della situazione sotto l’aspetto strettamente sanitario, si torna a pagare regolarmente il bollo auto, senza ulteriori proroghe o sospensioni, anche se in realtà lo stato di emergenza è stato prorogato comunque fino alla fine del mese di marzo.

Per quanto riguarda le date per il pagamento del bollo auto nel 2022, ricordiamo anzitutto che si tratta di un tributo di competenza regionale, e che pertanto anche le proroghe sono state di durata e in modalità diverse a seconda delle decisioni prese dalle singole amministrazioni regionali.

A partire dal 1° gennaio però si torna alle consuete tempistiche di rinnovo entro l’ultimo giorno del mese successivo al mese in cui si ha la scadenza del tributo.

Vediamo quindi quali sono le scadenze per il pagamento del bollo auto secondo il calendario delle scadenze 2022:

  • scadenza bollo dicembre 2021: pagamento da effettuare entro il 31 gennaio 2022
  • scadenza bollo gennaio 2022: pagamento da effettuare entro il 28 febbraio 2022
  • scadenza bollo aprile 2022: pagamento da effettuare entro il 31 maggio 2022
  • scadenza bollo maggio 2022: pagamento da effettuare entro il 30 giugno 2022
  • scadenza bollo luglio 2022: pagamento da effettuare entro il 1° settembre 2022
  • scadenza bollo agosto 2022: pagamento da effettuare entro il 30 settembre 2022
  • scadenza bollo settembre 2022: pagamento da effettuare entro il 31 ottobre 2022
  • scadenza bollo dicembre 2022: pagamento da effettuare entro il 31 gennaio 2023.

Per quanto riguarda le date per il pagamento del bollo auto, non dimentichiamo che per la Lombardia e per il Piemonte il pagamento deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione, mentre per le vetture di nuova immatricolazione le date cambiano da Regione a Regione.

Come pagare il bollo auto 2022

Per quanto riguarda invece le modalità per pagare il bollo auto nel 2022, ricordiamo che il contribuente può sempre fare ricorso alla piattaforma ACI anche per calcolare l’importo esatto dovuto.

Per effettuare il pagamento comunque vi sono diverse modalità disponibili, infatti si può pagare sia da casa via internet che recandosi dal tabaccaio, o ancora presso un qualsiasi sportello ACI.

Vi sono poi diverse modalità di pagamento per versare l’importo dovuto per la tassa automobilistica, e sono le seguenti:

  • attraverso home banking
  • pagamento presso punti vendita Sisal e Lottomatica
  • presso uno sportello di Poste Italiane
  • via internet attraverso il sito web di Poste Italiane
  • con domiciliazione bancaria beneficiando di uno sconto del 15% ma solo in alcune Regioni
  • da uno sportello bancomat abilitato
  • dal sito web dell’ACI mediante il servizio pagoBollo
  • usando la app IO
  • attraverso Satispay
  • dal sito dell’Agenzia delle Entrate
  • presso un’Agenzia di pratiche auto usando il sistema PagoPA.

Quali sono le sanzioni per chi non paga il bollo auto

Non cambia quasi nulla, nel 2022, per quel che riguarda il meccanismo sanzionatorio previsto in caso di mancato pagamento del bollo auto. Tuttavia una novità effettivamente c’è, e riguarda la rottamazione delle cartelle esattoriali per la tassa automobilistica non pagata per il periodo 2000-2010 ma solo nel caso di importi complessivi non superiori ai 5 mila euro.

In questi casi infatti le amministrazioni pubbliche hanno provveduto alla cancellazione automatica degli importi dovuti.

In linea generale però, per tutti i bolli non pagati, è prevista una sanzione pari al 4,29% dell’importo dovuto se il pagamento avviene entro i 12 mesi successivi alla scadenza prevista. Se il pagamento avviene invece dopo i 12 mesi ma entro i 2 anni, la sanzione arriva al 5% dell’importo.

Se invece il bollo auto non viene pagato per 3 anni consecutivi, il rischio è di vedersi cancellare la propria vettura dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), e di conseguenza la carta di circolazione (libretto) verrà ritirata, così pure la targa del mezzo.

In quali casi è prevista l’esenzione dal pagamento del bollo auto

Sono previste infine delle esenzioni al pagamento del bollo auto, ma riguardano solo alcune specifiche categorie di automobilisti. In particolare non sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica i possessori di veicoli adibiti al trasporto di persone con disabilità e sono destinatari dell’applicazione della Legge 104.

Sono inoltre esonerati, ma solo per un periodo di tempo limitato, coloro che acquistano un’auto elettrica. In questo caso il pagamento del bollo auto è sospeso per cinque anni dall’acquisto del veicolo. Nel caso invece di auto storiche con almeno 30 anni, il pagamento del bollo auto non è mai previsto.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.