Contributo fondo perduto imprese wedding, ancora tre giorni per fare domanda

calcolatrice poggiata su mucchieto di monete con qualche banconota

Le regole per fare richiesta per i contributi a fondo perduto destinati alle imprese che operano nel settore del wedding sono state stabilite con il Provvedimento n. 197396 dell’8 giugno 2022 dell’Agenzia delle Entrate.

Questo provvedimento ha predisposto nel dettaglio le modalità per fare richiesta e quelle per l’erogazione del contributo a fondo perduto previsto per questa specifica categoria di imprese.

Tra i possibili beneficiari di questi contributi a fondo perduto abbiamo quelle realtà che sono state maggiormente danneggiate dalla politica di restrizioni e limitazioni con cui si è deciso di gestire l’emergenza Coronavirus in Italia. Possono quindi accedere alla misura le imprese dei settori del wedding, dell’intrattenimento e organizzazione di cerimonie, e HO.RE.CA.

Per quanto riguarda il contributo a fondo perduto per questa tipologia di impresa, non dimentichiamo che in data 19 febbraio 2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del MiSE del 30 dicembre 2022 recante “Criteri e modalità per l’erogazione di contributi alle imprese operanti nei settori del ‘wedding’, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di cerimonie e dell’Hotellerie-Restaurant-Catering (HORECA)”.

Il fondo perduto per queste imprese è una misura che, lo ricordiamo, è stata inizialmente introdotta con il decreto Sostegni bis e poi confermata in Legge di Bilancio 2022.

Contributo fondo perduto imprese wedding, quando presentare domanda

Le imprese che sono interessate ad accedere a questa misura a sostegno delle imprese del settore del wedding possono presentare istanza a partire dal 9 giugno 2022, con scadenza fissata attualmente al 23 giugno. Questo vuol dire che mancano solo tre giorni alla scadenza ultima per richiedere il contributo a fondo perduto.

Quanto alle modalità per richiedere il bonus ricordiamo che la domanda deve essere presentata attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate. L’istanza è infatti predisposta in modalità elettronica mediante procedura we e resa disponibile all’utenza accedendo all’area riservata del portale “Fatture e corrispettivi” del sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Una volta presentata la domanda attraverso i canali appositamente predisposti il soggetto interessato riceve una prima ricevuta con la quale viene attestata la presa in carico dell’istanza ai fini della successiva elaborazione. In caso contrario viene comunicato lo scarto sulla base dei dati riportati nella domanda stessa di accesso all’agevolazione.

Quanto alla ricevuta con cui viene confermata la presa in carico dell’istanza, questa è resa disponibile al soggetto interessato nella sezione della propria area riservata del sito dell’AgE al seguente percorso: ‘Servizi – Consultazioni e ricerca – Ricerca ricevute’.

Fondo perduto settore wedding, le risorse stanziate dal governo Draghi

Abbiamo visto a quali imprese spettano gli aiuti previsti dal decreto Sostegni bis per quel che riguarda il settore del wedding, e abbiamo accennato alle modalità e alle tempistiche per fare domanda, ma a quanto ammontano complessivamente le risorse stanziate?

L’articolo 1-ter del decreto-legge 25 maggio 2021, prevede di destinare in tutto 60 milioni di euro per l’anno 2021. L’importo complessivo delle risorse destinate al fondo per le imprese del settore del wedding viene poi così utilizzato:

  • 40 milioni di euro sono destinati in modo specifico alle imprese che operano nel settore del wedding
  • 10 milioni di euro sono destinati alle imprese che operano in settori diversi dal wedding, nell’ambito dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie
  • 10 milioni di euro sono destinati infine alle imprese che operano nel settore dell’HORECA.

A chi spettano i contributi a fondo perduto del settore del wedding

Per completare il quadro vediamo ora a chi spettano esattamente i contributi a fondo perduto. Si tratta di aiuti destinati alle imprese che operano nei settori del ‘wedding’ dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie, e del settore dell’HO.RE.CA. a patto che soddisfino le seguenti condizioni:

  • Nel corso del 2020 hanno registrato una riduzione di fatturato dal 30% in su rispetto al fatturato registrato nel 2019. Ai fini del calcolo del calo di fatturato rilevano i ricavi di cui all’articolo 85, comma 1, lettere a) e b) del TUIR, relativi ai periodi d’imposta 2019 e 2020. Per le imprese costituite durante il 2019 la riduzione del fatturato, nella stessa misura, è rapportata al periodo di attività del 2019 decorrente dalla data di costituzione e iscrizione nel registro delle imprese, prendendo in considerazione il fatturato registrato nel predetto periodo e il fatturato registrato nel corrispondente periodo del 2020, secondo quanto specificato con il provvedimento che verrà emanato
  • Nel corso del periodo d’imposta 2020, hanno subito un calo del risultato economico d’esercizio in misura pari o superiore alla percentuale definita con il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze adottato ai sensi dell’articolo 1, comma 19 del decreto legge 25 maggio 2021.

Per sapere se la propria impresa, previa sussistenza dei requisiti sopra brevemente esposti, è tra quelle cui sono destinati gli aiuti, non resta che controllare i codici ateco indicati nelle tabelle A, B e C allegate al decreto stesso.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.