Cambio Euro Dollaro previsioni in vista delle elezioni europee: broker a confronto su EUR/USD

Cambio Euro Dollaro previsioni in vista delle elezioni europee: broker a confronto su EUR/USD
© iStockPhoto

L'analisi dei broker sull'andamento del cross EUR/USD in attesa delle elezioni europee del 26 maggio 2019

CONDIVIDI

Il prossimo 26 maggio si terranno le attese elezioni europee. In vista dell'importante appuntamento politico, tutto incentrato sullo scontro tra sovranisti e europeisti, tantissimi broker hanno aggiornato le loro stime sull'andamento del cambio Euro Dollaro.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Punto di partenza per esaminare i possibili scenari tecnici, è il cross EUR/USD in tempo reale. Mentre è in corso la scrittura del post, il cambio Euro Dollaro registra un ribasso dello 0,12 per cento a quota 1,1154. 

Secondo gli analisti di SocGen, il cambio Euro Dollaro ha registrato un peggioramento a causa di investimenti in asset sicuri nelle ultime settimane. Il peggioramento del cross EUR/USD è stato anche il risultato della convinzione per cui l'economica Usa, nonostante alcuni segnali di rallentamento, stia realizzando una performance comunque migliore rispetto a quella delle altre economie globali.

Per ING, il Dollaro continua ad essere un asset sicuro anche perchè, proprio a causa delle elezioni europee, è consigliabile tenersi alla larga dal desiderio di investire in Euro. Gli analisti olandesi, comunque, invitano a non essere chiusi tout court dinanzi alla possibilità di guardare all'Euro poichè spunti interessanti potrebbero arrivare nella giornata di mercoledì quando saranno pubblicati i verbali dell'ultima riunione della FED. Secondo ING, in caso di conferma dell'intenzione americana di tagliare i tassi, ci potrebbe essere un indebilimento del Dollaro e una riscoperta dell'Euro.  

Ancor prima di questo appuntamento però la casa olandese ricorda che mercoledì saranno resi noti i verbali dell'ultima riunione della Fed. Eventuali indizi in merito all'intenzione della Banca Centrale Usa di un taglio dei tassi potrebbero però allontanare gli investitori dal dollaro, favorendo così un recupero dell'euro almeno nel brevessimo termine.

Al di là dell'appuntamento con i verbali FED di mercoledì, comunque, la parola d'ordine dei broker in vista delle elezioni europee del 26 maggio, resta "prudenza". 

Secondo gli analisti di Unicredit è molto difficine che l'esito del voto di domanica possa rappresentare una inversione di tendenza per la quotazione dell'Euro. Un movimento brusco, infatti, potrebbe esserci solo se l'esito delle elezioni europee dovesse rappresentare una minaccia per la tenuta dell'Eurozona. Anche in questo scenario limite, comunque, gli effetti sarebbero di breve durata e comunque il cambio Euro Dollaro non dovrebbe scendere sotto la soglia di 1,08.

Guardando più nel lungo termine, Credit Suisse ritiene che il Dollaro potrebbe invertire la rotta e quindi passare ad un ciclo negativo già nella seconda parte del 2019. Una frenata dall'economia Usa e una ripresa globale più sostenuta potrebbero essere i primi segnali di inversione dall'attuale andamento del Forex. 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro