Forex, gli eventi di fine maggio 2019 da non perdere

forex

Il calendario macroeconomico della settimana, a beneficio di tutti i forex trader.

CONDIVIDI

Nell’immediato post elezioni europee sia l’area euro che l’area dollaro non sembrano offrire dati di rilievo per i forex trader. Il calendario macro del vecchio Continente non ci propone niente di interessante sul fronte fondamentale, con gli analisti che saranno impegnati a osservare cosa è possibile dedurre dalla recente tornata elettorale europea, mentre negli Stati Uniti i mercati sono chiusi per festività (Memorial Day).

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Ampliando la nostra analisi sul calendario Forex settimanale, e iniziando dall’area euro, qui il focus sarà rappresentato soprattutto sulle indagini di fiducia di maggio, che permetteranno di completare il quadro sul ciclo economico, quando mancano meno di dieci giorni della prossima riunione BCE.

Probabilmente, i dati statistici permetteranno di notare un lieve miglioramento dell’indice ESI della Commissione UE, sebbene non tutti i Paesi correranno nella stessa direzione (ci si attende infatti una flessione dell’indice di fiducia proprio in Italia). Per quanto poi attiene il dato sull’inflazione, le stime preliminari dovrebbero mostrare un dato in diminuzione a maggio all’1,5% da 2,1% in Germania, di tre decimi in Francia all’1,2%, di due decimi in Spagna all’1,4% e di un decimo in Italia all’1,0%.

Infine, usciranno anche gli aggiornamenti sulle vendite al dettaglio, attese in aumento dell’1,0% in Germania ma stagnare in Francia.

Passando invece all’area degli Stati Uniti, i dati macro in uscita non dovrebbero scalfire il già consolidato quadro di analisi. Gli analisti si attendono in particolar modo che la seconda stima del PIL relativa al primo trimestre sia utile per poter ribadire un ritmo poco sopra il 3% t/t ann. grazie al contributo di scorte e canale estero, sebbene la crescita della domanda finale domestica dovrebbe essere più contenuta.

Il dato della fiducia dei consumatori aggiornato al mese di maggio dovrebbe fornire un rialzo lieve, mentre i dati sulla spesa e sul reddito personale di aprile dovrebbero essere in crescita altrettanto contenuta, pur ribadendo un’accelerazione dei consumi nel 2° trimestre. Infine, la stima preliminare della bilancia commerciale di aprile dovrebbe registrare un deficit in ampliamento, con contributo negativo del canale estero alla crescita del 2° trimestre.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
+